Aggiungere tatuaggi con Photoshop

Volete vedere come vi stà addosso un tatuaggio senza deturparvi per sempre? Che problema c’è,  ci penso io.

Sto cercando di imparare ad utilizzare Photoshop e ne rimango sempre più meravigliato, ad esempio volevo proprio vedere come ci sarebbe stata Daniela con un bel tatuaggio a Tigre su una cosca.

Vediamo come ho fatto. Innanzi tutto è molto importante la scelta del giusto tatuaggio, l’immagine deve essere della giusta risoluzione ed avere lo sfondo bianco. Ecco la mia scelta.

temporary_tattoo_tribal_tiger_black

Ed ecco la foto di Daniela che ho scelto come “sfondo”.

daniela_tatoo_1

Per prima cosa bisogna inserire “sopra” la foto di destinazione l’immagine scelta come tatuaggio.  Selezioniamola dal menù File -> Inserisci come mostrato nella foto sottostante.

daniela_tatoo_2

Una volta selezionata il tatuaggio esso dovrebbe apparire come sotto.

daniela_tatoo_3

Cliccateci sopra con il tasto destro e selezionate la voce Altera per adattare la tigre al profilo della superficie su cui la volete adattare.

daniela_tatoo_4

Una volta che avete trovato la giusta forma, facendo ancora click con il tasto destro, selezionate la vece del menù Inserisci

daniela_tatoo_5

A questo punto, sulla barra degli strumenti di destra, precisamente sulla barra dei Livelli selezionate (dal menu a tendina) Moltiplica e per rimuovete cosi tutta la parte bianca del tatuaggio.

daniela_tatoo_6

Agite ora sul livello creato modificando (sempre nella scheda livelli sulla destra) l’Opacità e/o il Riempimento per rendere il più reale possibile il tatuaggio.

daniela_tatoo_7

Ed ecco infine il risultato finale!

daniela_tatoo_risultato

Che ne dite?

Folder Date Organizer: organizzare automaticamente files e cartelle per data

Grazie alla segnalazione del caro Acor3, vi propondo un software che risulterà molto comodo a chi deve, come me, catalogare ed archiviare una marea di files, fra cui moltissime immagini e magari in formato RAW.

File/Folder Date Organizer è una applicazione rilasciata su DonationCoder che permette di dividere i files presenti in una directory a seconda del mese in cui sono stati creati.

folder-organizer

Facciamo un’esempio pratico. Ho una cartella

C:\temp_test

che contiene i seguenti files (le due righe in rosso):

03/03/2009  10:04 AM    <DIR>          .
03/03/2009  10:04 AM    <DIR>          ..
11/07/2008  12:13 PM            30,208 Che dio cha manni bona.xls
10/01/2008  07:46 AM               402 INSTALL.LOG
2 File(s)         30,610 bytes
2 Dir(s)  23,864,623,104 bytes free

Come potete vedere Folder Date Organizer sistemerà i due files in due directories separate basandosi sul mese della data creazione del file. Ed ha anche la possibilità se volete di fare la stessa cosa per giorno (opzione Create DAY subfolder).

L’utility legge anche i dati EXIF di 3 tipi di files: .jpeg, .cr2 (Canon Raw File) e .nef (Nikon Raw File). Questo può risultare molto comode ad esempio al ritorno da un viaggio in cui le nostre schede contengono centinaia di foto. Che fatica dividerle per giorno uff…

Via | InstantFundas.com

Download Diretto | Folder Date Organizer (380 KB)

Quale flusso di lavoro utilizziamo in digitale?

Per chi suona la campana

Per chi suona la campana, inserito originariamente da adolfo.trinca.

Ho molti utenti fra gli “amici” sul profilo Flickr ma sono pochi quelli con cui mi relaziono regolarmente, uno di questi è Capannelle.

Lo ritengo una persone spiritosa e cordiale nonché un bravissimo fotografo. Ha scritto un’interessante post sul sua normale flusso di lavorazione delle immagini, dallo scatto alla loro successivo “sviluppo”.

Penso che sia interessante confrontare i nostri flussi di lavoro abituali in digitale.

Io opero così:

– Scatto in raw (d80) senza nessun intervento sulle regolazioni “on camera” (contrasto, nitidezza, saturazione, bianco e nero, etc)

– Apro il raw con Adobe Camera Raw a 16 bit con spazio colore Adobe 1998

– Regolo i parametri di sviluppo del raw (primo pannello di Camera raw)
Per le foto a colori cerco di ottenere in questa fase il contrasto e la luminosità desiderati.
Per le foto che successivamente convertirò in b/n cerco di ottenere un contrasto basso, cercando di non perdere dettagli nelle luci e nelle ombre.

– Apro l’immagine in Photoshop CS3

Se necessario intervengo sulla prospettiva della foto
Per le foto a colori, se necessario, intervengo sulle curve
Se necessario creo livelli per agire in modo differenziato sulle diverse zone dell’immagine.

Per le foto in b/n effettuo la conversione col plugin Bw Styler.
Anche in questo caso, se necessario, creo livelli per agire in modo differenziato sulle diverse zone dell’immagine.

– Se serve, riduco il rumore digitale col plugin Noise Ninja

– Converto lo spazio colore in sRGB
– Porto l’immagine a 8 bit
– Genero un jpg alla compressione minima o un TIFF

Voi come lavorate?

Io seguo praticamente la stessa scaletta ma per la riduzione del rumore digitale utilizzo la modalità di cui vi ho già parlato nel post Photoshop: come eliminare il rumore digitale (iso alti).

Ma non perché il metodo da me descritto sia migliore semplicemente perché non dispongo e non sò usare il Noise Ninja.

E voi? Come lavorate voi?