Luca su Tutti Fotografi

E’ con orgoglio di padre che vi mostro la copertina di Aprile di Tutti Fotografi in cui c’è mio figlio in copertina ^_^

Un grazie di cuore a Roberta Garofalo che gli ha scattato le foto e alla mamma che lo ha fatto cosi bello.

Cosi, era un’attimo di “orgoglio di papà”.

Mamma fotografa? Missione not impossible

© Roberta Garofalo

E’ quello che Roberta Garofalo sostiene nel suo recente blog. Blog nel quale mi sono imbattuto cercando dritte e suggerimenti per fotografare il mio bel bimbo appena arrivato, Luca ^_^

Fra le altre cose Roberta è menbro del NAPCP National Association of Professional Child Photographers ed è fra le altre cose anche una persona molto disponibile, oltre ovviamente una professionista con i contro softbox (giudicate voi dai suoi lavori) !

Interessante poi quello che dice nell’articolo di presentazione del suo blog, affermazione che mi ha colpito molto e che mi ha spinto a leggere tutto quanto avesse già scritto, ve ne do un piccolo estratto:

Volevo un blog che non parlasse soltanto di me e del mio lavoro, ma di bambini o meglio….di fotografia di bambini!

Perfetto mi sono detto. E di fatti ho trovato sul suo blog un sacco di “dritte” sia tecniche, ma non spaventatevi, non parla di tecnica, sia di come approcciare al bambino per non farlo annoiare o peggio indispettire oppure di come allestire un piccolo set casalingo sia per lui che per lei oppure di come fare delle belle foto al parco o di come comporre al meglio le foto dei nostri figli.

Insomma, davvero interessante e poi basta chiedere che vi sarà risposto, non male direi.

Nudo

Se c’è un genere fotografico che mi spaventa questi è il nudo. Perché per la paura di fare soltanto una visita ginecologica e/o andrologica.
Ho la fobia che le mie foto, non solo di nudo possano in qualche modo offendere e/o mal rappresentare la persona da me ritratta, chiunque essa sia, professionista o no.

DSC_1520-1
© 2010 by Adolfo Trinca

Quindi ogni volta mi faccio mille problemi ed oggi o deciso di chiedere a due persone, fotografi (uno donna ed uno uomo) che stimo ed apprezzo, cosa ne pensano a riguardo.

Sentite lei ( Roberta Garofalo ) :

Ciao tesoro, scusa ma mi ero infognata con la pubblicazione del mio ultimo post! Dunque sono felice che ti abbiano commissionato un servizio vero di nudo, perchè sarà terapeutico per un maschio vero come te! Il segreto è quello di non vederlo come un corpo di donna….ma come un paesaggio! Non far cadere l’occhio spermatico sulle parti tette/culo/pube ma fai finta che hai davanti a te un magnifico paesaggio fatto di curve, di linee, di luci e di ombre, di sporgenze e insenature, e componi da molto molto vicino! Non devi andare vicino TU brutto maschio bavoso….e’ l’obiettivo che deve essere molto …tele!!! E non la toccare mai! Dille come si deve posizionare ma non la tocccare tu! E lasciale una vestaglia a portata di mano, quando fa la pausa si deve rivestire! Questo mi ha insegnato il mio grande maestro Andreas H. Bitesnich! Vai sul suo sito e take inspiration!!! Ciao amico mio, poi fammi vedere i provini, ok? Ti abbraccio.

E lui ( Manuel Colombo – consiglio questa lettura ):

Son consigli sensati :) (faccio nudo e devo dire che l’atteggiamento giusto è quello. magari il paragone col paesaggio è azzardato, ma ha senso quanto scrive :) ).

Per quel che mi riguarda :) per me i nudi sono o “sinceri” o “menzogneri” :) se si sente la sincerità di chi fotografa oppure no. possono anche essere pornografici, l’importante che sia sincero e non un semplice pretesto per spogliare una persona.

Il nudo sincero, alla fine, dice qualcosa anche del fotografo.

Non contento aggiungo il parere di una mia amica:

Il nudo quando è elegante rapisce, l’importante è farlo trasudare di verita e sensualità, senza essere mai volgare e scontato questa foto per esempio attira lo sguardo a seguirne i contorni del corpo…un corpo morbido, curve dolci…mi piace moltissimo, nn sono una esperta di fotografia…ma credo che non dovresti tirarti indietro.

mia moglie:

sta attento te e i nudi…te faccio fotografà l’erede col pannolino al vento…

Voi cosa ne pensate?