ARAI … fritta? Ovvero: sarà la vola buona per l’avvio del Wifi?

Apprendo dal buon caro vecchio Punto Informatico che ARIA, l’unico operatore che ha acquisito le licenze per portare il WiMAX su tutto il territorio nazionale, dal 2 febbraio offrirà la connettività wireless veloce sia per i privati che per gli uffici.

Apprendo dal buon caro vecchio Punto Informatico che ARIA, l’unico operatore che ha acquisito le licenze per portare il WiMAX su tutto il territorio nazionale, dal 2 febbraio offrirà la connettività wireless veloce sia per i privati che per gli uffici.

L’offerta sarà di due tipi: CASA ed UFFUCIO

I due tipi di offerta wifi di ARIA
I due tipi di offerta wifi di ARIA

ARIA casa, sia 4 che 7 mega, ha un costo di attivazione di 100 € che non viene applicato nel caso scegliate l’addebito automatico sul conto corrente. In nesun modo garantisce la banda minima. Per il resto è come le altre offerte ADSL normali…caselle postali ecc ecc….ne di più ne di meno. La prima costa 15 € al mese mentre la seconda 20 € con la differenza della velocità di upload che và dai classici 256 kbs della 4 mega ai 512 kbs della 7 mega.

ARIA Ufficio ha le stesse caratteristiche nominali della 7 mega per casa, compreso il discorso commerciale anche se cambia il costo mensile che è di 30 €,  MA…

“Velocità media minima di navigazione di 100 Kbps” !!!

Finalmente anche un rivenditore di connettività “grande” parla chiaro!!!

Forse e dico FORSE riusciremo finalmente a sapere quello che paghiamo! alla fine il costo è 30€ mensili per 100 Kbps!

Adesso speriamo come dicono che porteranno l’offerta su tutta italia … sopratutto per Acor3 ^_^

Come aumentare la portata del WiFi con un’antenna fatta in casa

Non tutti sapete che io utilizzo “a mezzi” la connesione ad internet via Wi-Fi. Il problema di questa soluzione, molto economica visto che non pago una lira, è che fra me e l’antenna trasmissiva ci sono ben 4 muri di cemento armato e una 20 di metri di distanza.
Era praticamente impossibile ricevere e trasmettere segnale a quella distanza e con quegli ostacoli. La soluzione, anche se tremolante, è stata quella di acquistare un’antennona gigante da mettere sul mio router ed una direzionale (piccola paraboletta) da collegare al mio pc fisso.
Problema risolto…peccato che poi ho preso un portatile ed il segnale era troppo basso…be, la fortuna ha voluto che aggiornando il firmware del mio router le cose sono andate meglio…perchè??? semplice il router dopo l’aggiornamento era compatibile con la draft delle 802.11n e quindi trasmette con maggiore efficacia.
Adesso mi connetto anche con il portatile ma…ahime…mi ritrovo a dover connettermi solo dove c’è campo.
Oggi però ho letto un paio di giude su come aumentare la portata del WiFi costruendo un’aggeggio da mettere dietro l’antenna del router.

Ho trovato anche questo video su Youtube che posto volentieri
[flv]http://www.adolfo.trinca.name/public/video/HOW_TO_MAKE_A_WIFI_EXTENDER.flv[/flv]
Ecco invece l’articolo, che rimanda anche ad altre fonti, di cui vi acennavo e preso da Dynamick.it:

La connessione WiFi per sua natura fa fatica a coprire zone ampie con il proprio segnale: se vi interessa capire come fare per aumentare la portata del segnale WiFi e magari spendendo poco siete capitati nel posto giusto!

aumentare il segnale dell'antenna wifi

Ripetitore di segnale WiFi

La maniera migliore ovviamente è quella di aggiungere dei ripetitori di segnale WiFi nei punti dove il segnale inizia ad indebolirsi ma questo comporta una spesa discreta e poi presenta un problema: il ripetitore va alimentato quindi vi dovreste piazzare in casa uno scatolotto munito di antenne con un bel filo che va ad una presa elettrica.

Se in alcuni casi questo tipo di soluzione è accettabile, in molti altri casi non lo è.

Dove e come mettere l’antenna

Spesso capita che il Router WiFi sia in un angolo della casa (ma se fosse anche al centro di una parete di confine della casa il discorso sarebbe identico) e quindi irraggi casa vostra e poi disperda il segnale anche fuori dalle vostre mura.

Questo è un caso tipico nel quale la soluzione del ripetitore WiFi sarebbe costosa, brutta ed efficace solo al costo di un notevole spreco.

In questo caso è opportuno direzionare l’emissione del segnale principalmente verso l’interno di casa vostra. Per farlo esistono in commercio delle antenne direzionali (più o meno direzionali a seconda di quanto concentrino le emissioni) ma, oltre a non essere economiche, richiedono che il vostro Router WiFi abbia l’antenna scollegabile in modo da poterci attaccare un cavo e una nuova antenna direzionale.

Crearsi una parabola in casa

Tutto questo vanifica l’economicità della soluzione e quindi io suggerisco un altro sistema: costruirsi una piccola parabola da applicare direttamente sull’antenna del vostro Router WiFi.

Non spaventatevi: questa operazione non richiede calcoli matematici, materiali super tecnologici strumenti sopraffini e capacità elevate

Vi servono pochi oggetti e quasi sicuramente li avete già tutti in casa!

  1. Una stampante
  2. Cartoncino
  3. Carta stagnola (oppure unendo questi due ingredienti un cartoncino già rivestito in metallo)
  4. Una forbice

template per parabola

Per costruirla dovrete stampare il template che vedete qui, usarlo per sagomare il cartoncino al quale incollerete la carta stagnola, unire anche la parte anteriore preparata con i buchi adatti alla vostra antenna e il gioco è fatto!

Se volete qualche dettaglio in più su Napoli Wireless ne troverete. Ci sono anche indicazioni su alcune varianti tipo usare una lattina di birra invece che il cartoncino stagnato e usare un foglio di lucido da proiezione per la parte anteriore (una elegante raffinatezza).

antenna lattina

Una volta realizzata la mini parabola piazzatela sulla antenna e direzionatela verso la zona da coprire.

Considerazioni

Una mini parabola fatta in questo modo non è perfetta ma questo, più che un difetto, è un vantaggio.

Se fosse perfetta renderebbe l’emissione del vostro Router WiFi troppo direzionale e quindi rischiereste di perdere delle zone della casa che prima erano coperte dal segnale. In realtà le zone vicine al Router WiFi ma fuori dal raggio della mini parabola continueranno ad essere coperte: magari con un segnale inferiore a prima ma coperte.

Nel caso (sfortunato) il vostro Router WiFi sia quasi al centro della casa ma una zona risulti coperta male potreste comunque usare una mini parabola di questo tipo magari un po’ più piccola. Sia per il motivo che vi ho spiegato sopra che per il fatto che è più piccola e quindi non ingloba tutta la vostra antenna dovreste evitare di perdere copertura verso il retro dell’antenna, nel contempo, riuscirete a guadagnare un po’ di segnale nella direzione voluta.

Se poi il Router WiFi è sotto il tetto e dovete illuminare la casa sottostante con il segnale tanto meglio: in questo caso puntate la mini parabola verso il pavimento! Non è un caso assurdo: chi ha EOLO potrebbe non riuscire a farsi portare il cavo che proviene dalla antenna piazzata sul tetto fino dentro casa e quindi dovrebbe fermarsi nel sottotetto.

Anche non avendo EOLO ma ipotizzando una futura connessione internet WiMax la situazione è tristemente invariata visto che le frequenze in assegnazione in questi giorni sono simili alle Hiperlan2 e quindi vi trovereste a dover piazzare comunque una antenna WiMax sul tetto :(

Più semplicemente potreste voler coprire un piano e il sottostante e, in questo caso, dovreste mettere il Router WiFi molto in alto (sul soffitto è l’ideale) e puntare in basso la mini parabola.

(Progetto originario in inglese su Freeantennas)

Wi-Fi per tutti…aggratis con le Wi-Fi Comunity

Wi-Fi per tutti…aggratis con le Wi-Fi Comunity

Wi-Fi gratis
Semplice…io ho una connessione flat ad internet, mi iscrivo ad una comunità che mi REGALA un modem router Wi-Fi che, con un particolare Bios, funge anche da contarore (avete rpesente quello del gas?).

La rete Wi-Fi che irradio è aggratis e libera per tutti quelli che appartengono alla mia comunity. Per ognuno di quelli che si connettono attraverso il mio collegamento vengo REMUNERATO. Non saranno cifre esorbitanti ma almeno riesco a pagarmi il collegamento ad internet.

Ecco qui che io ho l’abbonamento ad internet gratis cosi come tutti quelli della mia Comunity.

In inghilterra "il maggiore operatore di TLC britannico, British Telecom, al secolo BT, ha scelto la community di FON come propria partner per la diffusione del wireless nel regno di Elisabetta, dando al paese la chance per diventare il primo al Mondo dotato di una vera e distribuita connettività WiFi accessibile potenzialmente a, e da, tutti i cittadini (qui l’annuncio ufficiale in PDF)."  Questo è quanto si legge su Punto Informatico.

Ed ecco quello che dici la FON nella sua home page:
BT e FON hanno unito le forze per dar vita ad una comunità WiFi che consente ai propri membri di collegarsi gratuitamente da migliaia di luoghi diversi, nel Regno Unito e nel Mondo. Per essere parte di tutto questo, tutto ciò che devi decidere è di unirti alla BT FON community".

In italia? C’è RomaWireless che dovrebbe consentire agli FONERS di connettersi, per dettagli qui. Oppure date un’occhiata al Fon Blog (tutto in italiano) nel quale potete informarvi sulle ultime novità a riguardo e magari date anche unìocchiata alla copertura della rete FON nella vostra zona qui.