Non siamo qui a dArti quello che ti serve, ma a dIrti quello che ti serve

Reading Time: 2 minutes
close

Italiano: Questo post è stato pubblicato 8 anni 8 mesi 5 giorni fà e potrebbe quindi non essere più attendibile. Questo sito non è responsabile per qualsiasi incomprensione o problema derivante dalla lettura del presente post.

Bello il titolo ehm? L’ho scopiazzato da una frase detta da un suo amico a Renato, un mio amico, mentre discutevano su Facebook circa l’uscita della Nikon D7000.

Renato si lamentava del fatto che ad appena due anni dalla sua uscita la D90 uscisse già di produzione pur essendo una gran bella macchina (e vi assicuro che lo è).

Devo dire che sulla carta la D7000, che si colloca fra la D90 e la D300s, sembra una gran bella macchina. La prima Nikon con il sensore progettato e realizzato interamente da Nikon (gli altri li fabbrica la Sony su progetto Nikon).

Ma non è questo il punto. Bando alle ciance quello su cui volevo riflettere insieme a voi è del mio pensiero circa la volontà di autofinanziare il mio hobby. Fatto che mi porta ad investire su me piuttosto che sui “pezzi di ferro”.

Insomma la cosa che penso sia sempre giusto fare è: considerare la macchina fotografica come lo strumento, per ottenere ciò che previsualizzo e mai come fine dei miei sforzi. Spiego con una frase che potete leggere fra le “Perle di saggezza” di questo sito:

Nessun cliente vuole un trapano battente a 5 velocità con mandrino a cremagliera e fruste di miscelazione. Quello che il cliente vuole è un buco nel muro

Io uso la mia D300 per fare delle foto PUNTO. Il mio scopo quando l’ho presa era quello di scattarci delle fotografie in studio ed a teatro, che sono i generi che mi piacciono di più, non possedere una macchina professionale.

Prima possedevo una D80 e chi mi conosce sa che ho presa la D300 usata ad un prezzone, solo perché un tizio la cambiata con una D300s ed ha “regalato” la “vecchia” macchina che aveva ben 4 mesi di vita!

In realtà lei sa fare un sacco di cose in più rispetto alla D80, come l’inseguimento 3D che per le foto naturalistiche o per lo sport è una cosa eccezzionale, ma quanti conoscono l’esistenza di un tipo di messa a fuoco detta predittiva?

A me interessava da questo passaggio l’AF della D300 e la possibilità che ha di effettuare delle correzioni fine per quanto riguarda il front e back focus sulle, ho un Sigma 24-70 f2.8 che sulla mia D80, a parte aprire al massino a f3 (mai capito come mai), soffriva un pochino di backfocus.

In altre parole ho cercato di fare una scelta consapevole ed ho avuto culo nel trovare un’affare del genere.

Insomma al mito “La macchina più cara è certamente la migliore!” non credo più da tempo perché penso che la macchina migliore sia soltanto quella che ci serve!

Comunque spero davvero tanto che Renato si comperi la D7000 al posto della D90 cosi so cosa regalerò a mia moglie per Natale ^_^

6 Replies to “Non siamo qui a dArti quello che ti serve, ma a dIrti quello che ti serve”

  1. a tua moglie per Natale devi regalare un diamante da 1 carato…..che magari dopo può servire anche a te a illuminare i tuoi scatti……..Deborah ti aiuta anche con il suo sorriso

  2. seeeeeeeeeeeeeeeeeee, lallero ^_^


    Renato:

    a tua moglie per Natale devi regalare un diamante da 1 carato…..che magari dopo può servire anche a te a illuminare i tuoi scatti……..Deborah ti aiuta anche con il suo sorriso

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.