Non siamo qui a dArti quello che ti serve, ma a dIrti quello che ti serve

Bello il titolo ehm? L’ho scopiazzato da una frase detta da un suo amico a Renato, un mio amico, mentre discutevano su Facebook circa l’uscita della Nikon D7000.

Renato si lamentava del fatto che ad appena due anni dalla sua uscita la D90 uscisse già di produzione pur essendo una gran bella macchina (e vi assicuro che lo è).

Devo dire che sulla carta la D7000, che si colloca fra la D90 e la D300s, sembra una gran bella macchina. La prima Nikon con il sensore progettato e realizzato interamente da Nikon (gli altri li fabbrica la Sony su progetto Nikon).

Ma non è questo il punto. Bando alle ciance quello su cui volevo riflettere insieme a voi è del mio pensiero circa la volontà di autofinanziare il mio hobby. Fatto che mi porta ad investire su me piuttosto che sui “pezzi di ferro”.

Insomma la cosa che penso sia sempre giusto fare è: considerare la macchina fotografica come lo strumento, per ottenere ciò che previsualizzo e mai come fine dei miei sforzi. Spiego con una frase che potete leggere fra le “Perle di saggezza” di questo sito:

Nessun cliente vuole un trapano battente a 5 velocità con mandrino a cremagliera e fruste di miscelazione. Quello che il cliente vuole è un buco nel muro

Io uso la mia D300 per fare delle foto PUNTO. Il mio scopo quando l’ho presa era quello di scattarci delle fotografie in studio ed a teatro, che sono i generi che mi piacciono di più, non possedere una macchina professionale.

Prima possedevo una D80 e chi mi conosce sa che ho presa la D300 usata ad un prezzone, solo perché un tizio la cambiata con una D300s ed ha “regalato” la “vecchia” macchina che aveva ben 4 mesi di vita!

In realtà lei sa fare un sacco di cose in più rispetto alla D80, come l’inseguimento 3D che per le foto naturalistiche o per lo sport è una cosa eccezzionale, ma quanti conoscono l’esistenza di un tipo di messa a fuoco detta predittiva?

A me interessava da questo passaggio l’AF della D300 e la possibilità che ha di effettuare delle correzioni fine per quanto riguarda il front e back focus sulle, ho un Sigma 24-70 f2.8 che sulla mia D80, a parte aprire al massino a f3 (mai capito come mai), soffriva un pochino di backfocus.

In altre parole ho cercato di fare una scelta consapevole ed ho avuto culo nel trovare un’affare del genere.

Insomma al mito “La macchina più cara è certamente la migliore!” non credo più da tempo perché penso che la macchina migliore sia soltanto quella che ci serve!

Comunque spero davvero tanto che Renato si comperi la D7000 al posto della D90 cosi so cosa regalerò a mia moglie per Natale ^_^

Fotografare a Teatro

DSC_7439
by adolfo.trinca - © All Rights Reserved

Ultimamente mi è capitato di dover “scattare” molte foto a teatro e non sempre sono riuscito ad ottenere risultati soddisfacenti come in questo caso.

Le foto le scatto con la mia Nikon D80 utilizzando, prima che si rompesse, il mio Sigma 80-210 f2.8 APO e/o il Nikkor 50mm f1.4.

Dopo la rottura del Sigma mi sono trovato a dover lavorare per forza, ero troppo distante dal palco con il Tamron 70-300 f4-5.6 (una lente economicissima ma cheadoro ^_^) ed è stato davvero complicato!

Ho dovuto spingere la D80 a 1600 iso (una volta detta velocità della pellicola) ed il rumore (dal sito di 3megapixel.it) si è fatto davvero fastidioso!

Ok, c’è il santo Noise Ninja che aiuta in post produzione ma ci vuole un sacco di tempo, davvero tanto e poi mi scoccia lavorare per aggiustare e non per abbellire!!!

Insomma oggi ero in cerca di qualche dritta ed ho trovato sul forum della Nikon (in particolare l’intervento di maxiclimb) questo interessante commento:

ciao,
con la d300 ho fotografato concerti spingendomi anche oltre i 3200 iso, e se l’esposizione è precisa le foto sono sempre accettabili.
Per utilizzare gli ISO più bassi possibile ad ogni scatto, preferisco lavorare in A (ndr: priorità dei diaframmi dove tu imposti il diaframma in modo manuale e la macchina calcola il giusto tempo di esposizione) con iso Auto.
Basta settare il diaframma a tutta apertura, e scegliere nelle impostazioni Iso Auto un tempo minimo di scatto che ti consenta di evitare il mosso (molto peggio il mosso del rumore).
Poi, utilizzare lo spot , per mettere a fuoco e misurare l’esposizione sul viso dei cantanti.

La difficoltà sta nel variare l’area di maf (ndr: messa a fuoco) a seconda dell’inquadratura che vuoi fare, perchè in lavorando in questo modo non si può ricomporre.
Ma grazie alle 51 aree (ndr: beato lui) sparse su tutto il fotogramma non è così complicato, basta prenderci la mano.

Io aggiungo che il WB (il bilanciamento del bianco) và impostato in automatico come sempre suggerisco si DEVE salvare in RAW (al massimo RAW + JPEG cosi da poter intervenire se necessario)!

Sempre nella stessa discussione Franco_ aggiunge

Scatta in NEF + JPG (fai contenta la tua amica per la rapidità di consegna e conservi i NEF perchè non si sa mai), WB AUTO (visto che non hai molta scelta), NR e D-Lighting OFF, ISO AUTO fino a 3200 ISO… ma soprattutto esponi bene…

Ottimo, a mio parere il consiglio di spegnere il Noise Reduction (NR) che delle volte fà più casino che altro. E adesso che ci penso ecco cosa ..zzo è andato storto nelle foto del saggio di ballo GRRRRRRRRRRRRRR

Quale flusso di lavoro utilizziamo in digitale?

Per chi suona la campana

Per chi suona la campana, inserito originariamente da adolfo.trinca.

Ho molti utenti fra gli “amici” sul profilo Flickr ma sono pochi quelli con cui mi relaziono regolarmente, uno di questi è Capannelle.

Lo ritengo una persone spiritosa e cordiale nonché un bravissimo fotografo. Ha scritto un’interessante post sul sua normale flusso di lavorazione delle immagini, dallo scatto alla loro successivo “sviluppo”.

Penso che sia interessante confrontare i nostri flussi di lavoro abituali in digitale.

Io opero così:

– Scatto in raw (d80) senza nessun intervento sulle regolazioni “on camera” (contrasto, nitidezza, saturazione, bianco e nero, etc)

– Apro il raw con Adobe Camera Raw a 16 bit con spazio colore Adobe 1998

– Regolo i parametri di sviluppo del raw (primo pannello di Camera raw)
Per le foto a colori cerco di ottenere in questa fase il contrasto e la luminosità desiderati.
Per le foto che successivamente convertirò in b/n cerco di ottenere un contrasto basso, cercando di non perdere dettagli nelle luci e nelle ombre.

– Apro l’immagine in Photoshop CS3

Se necessario intervengo sulla prospettiva della foto
Per le foto a colori, se necessario, intervengo sulle curve
Se necessario creo livelli per agire in modo differenziato sulle diverse zone dell’immagine.

Per le foto in b/n effettuo la conversione col plugin Bw Styler.
Anche in questo caso, se necessario, creo livelli per agire in modo differenziato sulle diverse zone dell’immagine.

– Se serve, riduco il rumore digitale col plugin Noise Ninja

– Converto lo spazio colore in sRGB
– Porto l’immagine a 8 bit
– Genero un jpg alla compressione minima o un TIFF

Voi come lavorate?

Io seguo praticamente la stessa scaletta ma per la riduzione del rumore digitale utilizzo la modalità di cui vi ho già parlato nel post Photoshop: come eliminare il rumore digitale (iso alti).

Ma non perché il metodo da me descritto sia migliore semplicemente perché non dispongo e non sò usare il Noise Ninja.

E voi? Come lavorate voi?

Nikon: richiedere un manuale nella propria lingua

sb900Ecco la procedura che ho utilizzato per ben due volte per richiedere il manuale in italiano di un’apparecchio Nikon del quale lo avevo solo in inglese.

La prima volta, l’anno scorso, era della D80 della quale lo avevo in inglese e la seconda quest’anno era per il mio nuovissimo flash SB-900.

In pratica si deve spedire in busta chiusa il manuale stesso ed una lettera di accompagnamento fatta come quella che riporto di seguito: Continue reading “Nikon: richiedere un manuale nella propria lingua”

Aggiornamento firmware Nikon D80

Aggiornamento firmware Nikon D80

Nikon D80
Ieri mi prudevano le mani ed avendo avuto notizia dell’uscita del nuovo firmware per la D80 non ho potuto sottrarmi ho dovuto farlo!

La procedura è assai semplice e ben descritta ed alla fine ti ritrovi che la macchinetta fotografica è la stessa ma…adesso ho l’ultima versione di firmware!!!

M quanto siamo cretini noi infotrmatici eh eh eh

Eccovi il link al sito della Nikon da dove potete, se vi và, scaricare il nuovo firmware.

D80: Aggiornamento Firmware 1.10 – Windows

p.s: Attenzione, prima di fare l’aggiornamento caricate la batteria al massimo oppure alimentate la macchina via rete elettrica.