Obiettivi tutto fare…un bene o un male?

La discussione vera la trovate su Flickr nel gruppo di Fotografia Reflex, io qui riporto soltanto il mio pensiero a riguardo.

Due anni fa sono andato in vacanza in Irlanda…be, stanco di cambiare sempre fra 50 e 70-300 ed arrivato davanti ad un negozio di Galway, ovviamente fotografico, trovai un 18-200 della Sigma – uno dei primi stabilizzati non “ufficiale”. Be, l’ho rivenduto appena tornato in italia allo stesso prezzo, ma devo dire che per le foto “ricordino” si è comportato benissimo.
Stampe 13×18 e qualche 20×30 e molta praticità d’uso.
Da quando l’ho provato, ogni volta che parto per le “vacanzette” ripenso a lui con una certa nostalgia.
A lui che mi evitava tante discussioni tipo “La pianti di cambiare ogni 5 minuti obiettivo?” oppure “Possibile che per una foto ci metti cosi tanto?”
Be, varrà poco dal punto di vista ottico ma vi assicuro che dal punto di vista “umano” lo rimpiango molto.
Adesso chiudo che “ci stai mettendo troppo a scaricare ste email” ;-)

Fico, adesso mi autocito … annamo bene … forse ha ragione chi dice che sono egocentrico, se non fosse che nel mentre mi vietava di pubblicare link al di fuori del suo sito gh gh gh

Thom Hogan, le previsioni per il 2011

Old Agfa Camera
Old Agfa Camera - by Flickr user gnackgnackgnack

Che ne dite se iniziassimo anche qui a replicare a chi ci copia senza citarci ?

Ma si dai, mica si offenderanno…prometto che cambierò ogni tanto qualche parola e qualche verbo e sistemerò la data degli RSS cosi che non se ne accorgano gh gh gh

Come ogni anno sempre Thom Hogan ha pubblicato i suoi pensieri pronostici su quello che succederà nel 2011 prossimo anno. Potete anche controllare quanto di quello che aveva previsto per il 2010 l’anno in corso si è effettivamente avverato.

Sicuramente vedremo nel 2011 le reflex full frame che quest’anno sono mancate. Prima di entrare nel dettaglio vi proponiamo le la liste lista con il posizionamento dei vari marchi secondo Thom (vuoi mettere con : dello stato dei vari marchi??? aho, meglio la mia versione!!!).

Molto successo Poco successo Difficile da stimare
Leica
Nikon
Panasonic
Canon
Fujifilm
Kodak
Sigma
Samsung
Sony
Casio
Pentax
Ricoh
Olympus

NIKON

Il 2010 per Nikon è stato un’ottima annata con crescita sotto ogni punto di vista ed un po’ di innovazione. Sembra, inoltre, che la dirigenza si renda conto che bisogna avere una politica diversa dal “more pixels, more video”.

Il 2011 potrebbe essere una grande annata per Nikon che inevitabilmente annuncerà D800, D400 e D4. Sarà interessante vedere come verranno ricevute dal mercato nei confronti degli analoghi modelli di Canon.

CANON

Sembra che Canon non si stia rendendo conto del mercato che le cambia attorno. Infatti continua a riproporre la medesima strategia del passato: più megapixel, aggiunta del video, ma la stessa reflex. Non si vede molta innovazione, mentre le altre aziende si stanno accapigliando sugli ultimi ritrovati della tecnica a partire dai sistemi di messa a fuoco a quelli di metering.

Nel 2011 sicuramente vedremo arrivare la Canon 1Ds mark IV con una risoluzione di 32 megapixel ed una Canon 5D Mark III che spingerà ancora molto nel segmento video per ripetere il successo della precedente. Oltre a questo non c’è molto all’orizzonte. Non si parla assolutamente di sistemi tipo evil e la risoluzione sulle APS-C è già arrivata al massimo possibile. Per invogliare nuovi utenti a scegliere Canon è necessario rivedere la strategia e proporre qualcosa di innovativo.

SONY

Sony quest’anno è partita per la tangente proponendo due sistemi innovativi: Nex e SLT. La loro politica con le reflex tradizionali non si è rivelata un successo, ma con questa mossa rischiosa possono riuscire ad ottenere ampie fette di mercato. Ammesso che mantengano tutte le promesse per il futuro.

Sicuramente arriverà la reflex che prenderà il posto della A700 con qualche interessante caratteristica, ma è poco probabile che possa essere al livello della concorrenza di CaNikon e di ottenere grandi fette di mercato. C’è la possibilità che abbia un sensore da 24 megapixel, ma non sono molti gli obiettivi di Sony ad essere nitidi con una simile risoluzione. Nel 2011 potrebbero arrivarne 5 nuovi, fra cui anche il 200mm. Non mancheranno nuove evil e nuovi obiettivi anche per i nuovi sistemi.

OLYMPUS

Olympus così come Sony sta scommettendo su un sistema diverso dalle reflex tradizionali decidendo di abbandonare il 4/3. A differenza di Sony oltre a produrre obiettivi per il micro quattro terzi i suoi utenti potranno utilizzare nativamente anche quelle prodotte dagli altri marchi del consorzio. Una carta che potrebbe essere vincente.

Nel 2011 vedremo probabilmente due nuovi modelli il cui scopo fondamentale sarà contenere i costi di produzioni, e quindi di vendita, mantenendo le medesime prestazioni di quelli attualmente sul mercato. Sarà interessante vedere la micro quattro terzi professionale che sicuramente debutterà il prossimo anno poiché tutto il team di sviluppo è ormai focalizzato su questo sistema.

PANASONIC

Anche in Panasonic hanno deciso di scommettere tutto sul micro quattro terzi, ma nel 2010 hanno fatto un grave errore che si spera non venga ripetuto con i nuovi modelli. La GH1 è un’ottima evil e molti hacker hanno modificato il firmware per ottenere di più, ma l’azienda ha cercato di bloccare il tutto dimostrando di non capire le esigenze dei suoi stessi utenti.

Nel 2011 vedremo sicuramente nuovi modelli di evil micro quattro terzi, ma arriveranno anche molti obiettivi, sicuramente dei fissi grandangolari su cui l’azienda essersi specializzata ultimamente. Purtroppo la scelta di nomi contenenti tutti la lettera G ed il numero 2 potrebbero confondere i potenziali utenti (GH-2, G2, G20, GF-2).

PENTAX

Purtroppo la situazione di Pentax nonostante le novità non è ancora rosea come si meriterebbe. Non ci sono molte indiscrezioni anche se potrebbe arrivare una evil.

LEICA

Il 2010 ha visto Leica lavorare per riuscire a soddisfare la domanda per i suoi nuovi modelli, ma la vera sfida la combatterà nel 2011 quando dovrà dimostrare di essere cambiata continuando ad innovare.

Nel 2011 vedremo sicuramente due nuovi obiettivi sia per il sistema S sia per il sistema M. Probabilmente arriverà una X2 con un 35mm f/2. Potrebbero sbancare il mercato producendo i loro classici fissi per il micro quattro terzi, ma sicuramente non si cimenteranno mai in quest’impresa.

SIGMA

Purtroppo nonostante l’annuncio dell’interessante DP1 non sembra ancora attirare molta attenzione da parte di nuovi potenziali utenti.

SAMSUNG

Samsung nel 2011 cercherà di trovare una nicchia di mercato in cui superare la concorrenza e la sua video camera NX100 potrebbe essere il suo cavallo di battaglia, ma al momento sta ricalcando, con un po’ di ritardo, le mosse di Panasonic. Arriveranno sicuramente nuovi corpi NX, ma la mancanza di obiettivi di qualità potrebbe penalizzare quest’azienda.

>> da  ByThom

Fotografare a Teatro

DSC_7439
by adolfo.trinca - © All Rights Reserved

Ultimamente mi è capitato di dover “scattare” molte foto a teatro e non sempre sono riuscito ad ottenere risultati soddisfacenti come in questo caso.

Le foto le scatto con la mia Nikon D80 utilizzando, prima che si rompesse, il mio Sigma 80-210 f2.8 APO e/o il Nikkor 50mm f1.4.

Dopo la rottura del Sigma mi sono trovato a dover lavorare per forza, ero troppo distante dal palco con il Tamron 70-300 f4-5.6 (una lente economicissima ma cheadoro ^_^) ed è stato davvero complicato!

Ho dovuto spingere la D80 a 1600 iso (una volta detta velocità della pellicola) ed il rumore (dal sito di 3megapixel.it) si è fatto davvero fastidioso!

Ok, c’è il santo Noise Ninja che aiuta in post produzione ma ci vuole un sacco di tempo, davvero tanto e poi mi scoccia lavorare per aggiustare e non per abbellire!!!

Insomma oggi ero in cerca di qualche dritta ed ho trovato sul forum della Nikon (in particolare l’intervento di maxiclimb) questo interessante commento:

ciao,
con la d300 ho fotografato concerti spingendomi anche oltre i 3200 iso, e se l’esposizione è precisa le foto sono sempre accettabili.
Per utilizzare gli ISO più bassi possibile ad ogni scatto, preferisco lavorare in A (ndr: priorità dei diaframmi dove tu imposti il diaframma in modo manuale e la macchina calcola il giusto tempo di esposizione) con iso Auto.
Basta settare il diaframma a tutta apertura, e scegliere nelle impostazioni Iso Auto un tempo minimo di scatto che ti consenta di evitare il mosso (molto peggio il mosso del rumore).
Poi, utilizzare lo spot , per mettere a fuoco e misurare l’esposizione sul viso dei cantanti.

La difficoltà sta nel variare l’area di maf (ndr: messa a fuoco) a seconda dell’inquadratura che vuoi fare, perchè in lavorando in questo modo non si può ricomporre.
Ma grazie alle 51 aree (ndr: beato lui) sparse su tutto il fotogramma non è così complicato, basta prenderci la mano.

Io aggiungo che il WB (il bilanciamento del bianco) và impostato in automatico come sempre suggerisco si DEVE salvare in RAW (al massimo RAW + JPEG cosi da poter intervenire se necessario)!

Sempre nella stessa discussione Franco_ aggiunge

Scatta in NEF + JPG (fai contenta la tua amica per la rapidità di consegna e conservi i NEF perchè non si sa mai), WB AUTO (visto che non hai molta scelta), NR e D-Lighting OFF, ISO AUTO fino a 3200 ISO… ma soprattutto esponi bene…

Ottimo, a mio parere il consiglio di spegnere il Noise Reduction (NR) che delle volte fà più casino che altro. E adesso che ci penso ecco cosa ..zzo è andato storto nelle foto del saggio di ballo GRRRRRRRRRRRRRR