Nudo

Reading Time: 3 minutes
close

Italiano: Questo post è stato pubblicato 7 anni 6 mesi fà e potrebbe quindi non essere più attendibile. Questo sito non è responsabile per qualsiasi incomprensione o problema derivante dalla lettura del presente post.

Se c’è un genere fotografico che mi spaventa questi è il nudo. Perché per la paura di fare soltanto una visita ginecologica e/o andrologica.
Ho la fobia che le mie foto, non solo di nudo possano in qualche modo offendere e/o mal rappresentare la persona da me ritratta, chiunque essa sia, professionista o no.

DSC_1520-1

© 2010 by Adolfo Trinca

Quindi ogni volta mi faccio mille problemi ed oggi o deciso di chiedere a due persone, fotografi (uno donna ed uno uomo) che stimo ed apprezzo, cosa ne pensano a riguardo.

Sentite lei ( Roberta Garofalo ) :

Ciao tesoro, scusa ma mi ero infognata con la pubblicazione del mio ultimo post! Dunque sono felice che ti abbiano commissionato un servizio vero di nudo, perchè sarà terapeutico per un maschio vero come te! Il segreto è quello di non vederlo come un corpo di donna….ma come un paesaggio! Non far cadere l’occhio spermatico sulle parti tette/culo/pube ma fai finta che hai davanti a te un magnifico paesaggio fatto di curve, di linee, di luci e di ombre, di sporgenze e insenature, e componi da molto molto vicino! Non devi andare vicino TU brutto maschio bavoso….e’ l’obiettivo che deve essere molto …tele!!! E non la toccare mai! Dille come si deve posizionare ma non la tocccare tu! E lasciale una vestaglia a portata di mano, quando fa la pausa si deve rivestire! Questo mi ha insegnato il mio grande maestro Andreas H. Bitesnich! Vai sul suo sito e take inspiration!!! Ciao amico mio, poi fammi vedere i provini, ok? Ti abbraccio.

E lui ( Manuel Colombo – consiglio questa lettura ):

Son consigli sensati :) (faccio nudo e devo dire che l’atteggiamento giusto è quello. magari il paragone col paesaggio è azzardato, ma ha senso quanto scrive :) ).

Per quel che mi riguarda :) per me i nudi sono o “sinceri” o “menzogneri” :) se si sente la sincerità di chi fotografa oppure no. possono anche essere pornografici, l’importante che sia sincero e non un semplice pretesto per spogliare una persona.

Il nudo sincero, alla fine, dice qualcosa anche del fotografo.

Non contento aggiungo il parere di una mia amica:

Il nudo quando è elegante rapisce, l’importante è farlo trasudare di verita e sensualità, senza essere mai volgare e scontato questa foto per esempio attira lo sguardo a seguirne i contorni del corpo…un corpo morbido, curve dolci…mi piace moltissimo, nn sono una esperta di fotografia…ma credo che non dovresti tirarti indietro.

mia moglie:

sta attento te e i nudi…te faccio fotografà l’erede col pannolino al vento…

Voi cosa ne pensate?

27 Replies to “Nudo”

  1. credo che la fotografia di nudo sia uno dei pochi ambiti che si deve fare come si crede. Non c’è nessuna ricetta, nessun insegnamento utile. si deve essere nudi in due, così credo sia efficace la comunicazione. Voglio segnalare un nome perchè lavora su storie e non su corpi di donne…

    Baetens Pascal

  2. io con le ragazze che ho fotografato al massimo ci sarò stato sette otto volte al massimo, forse più… non credo più di una ventina prima del matrimonio. E dopo? non credo… boh al massimo qualcuna di nascosto da mia moglie. Anzi una volta c’era pure lei…
    tanto non lo legge nessuno quello che scrivo vero?

  3. accipicchia, appena si parla di nudo ecco che fioriscono i commenti…
    avevo un commercialista maniaco che pescava tra le mie modelle pagandole, ero imbarazzato e preoccupato che le infastidisse, ma loro facevano la fila per sfilargli i soldi. erano meno indifese di quello che immaginassi. un po’ come le vicende che hanno riguardato uomini politici di recente.

  4. @Roberta: appoggio la candidatura di Adolfo: ottimo soggetto (spero di avere presto i raw del workshop perconfermarlo anche coi fatti)
    @Adolfo Grazie ;)

  5. @Roberta: aho, guarda che me rimetto in forma e me te propongo come modello sa ^^
    @Manuel: alla fine sarà cosi, come sempre me la caverò e come sempre mi farò 10.000 pippe (mentali) nella speranza di non aver fatto una banalità o peggio aver messo in cattiva luce la modella o me ;-)
    @Giorgio. grande, io so benissimo che con i soggetti fotografati ci sai fare parecchio ^^
    @Salvo: e già, ultimamente mi capita di leggere la mente ah ah ah. Facci sapere come ti è andata poi ^^

  6. Adolfo, ma come puoi pubblicare un post sulla fotografia di nudo esattamente un giorno dopo che mi è stato chiesto questo stesso tipo di servizio?? A parte le coincidenze bisogna prendere con le pinze questo tipo di fotografia per evitare di fare pornografia..

  7. @Roberta Grazie, mi rincuori: per me e’ stata piu’ dura di quanto immaginassi come impatto. Sono riuscito a mantenere quel distacco di cui parlavi (compreso il ttto: mimavo col mio corpo … lasciamo stare) ma era chiaramente una cosa totalmente nuova in cui cercavo di barcamenarmi :)
    Spero per le prossime volte di avere scatti che mi soddisfino di piu’ (niente doppi sensi please :D)

  8. @Roberta: lo so bene. Lo so bene! Tanto che credo che le tue regole comportamentali andrebbero insegnate fin dai corsi base!!
    In breve il senso del mio discorso è: “Adolfo. Fai le foto e divertiti (fotograficamente parlando) che alla fine è solo un nudo e non serve tirare in ballo superdiscorsi sull’arte e i massimi sistemi per giustificare un nudo :)

  9. Ragazzi, che bello questa scambio di opinioni su un argomento cosi’ inesauribile! @Manuel’ e’ tutto vero quello che dici, ma a parte le battute giocose per preservare Adolfo da una denuncia per stupro, sai bene anche tu quanto sia difficile oggi scattare un bel nudo: che sia nuovo, intrigante, per niente volgare, sensuale ed emozionante allo stesso tempo! Oggi piu’ che mai visto la totale mancanza di una cultura fotografica e del suo buon gusto annesso, in un momento in cui si sfrutta tutto lo sfruttabile in una singola immagine! @Adolfo: ti stai cimentando con il genere fotografico piu’ difficile che c’e, quello che ogni fotografo tocca con mano quando ha sperimentato tutto il resto, ma che bello, che emozione, che fatica! Non scatto un nudo da troppo tempo ormai, e mi manca tanto! Mi sa che questo tuo post mi ha smosso qualcosa dentro! Chissà che non mi invento qualcosa anch’io…..

  10. :) I consigli pratico-operativi di Roberta restano validissimi.
    Anzi… probabilmente è l’unico modo di lavorare bene (e a lungo) con inesperte, esperte e pro.
    Resta il fatto del “perché un nudo?”.
    Perché è bello!! Non è necessario scomodare i massimi sistemi per giustificare la voglia di nudo.
    Sincerità vo cercando eheh

  11. @Giorgio: direi di si … per la mia stessa sopravvivenza!
    @Manuel: grazie dell’approfondimento, un equilibrio pazzesco da mantenere…come disse una volta un saggio noi uomini siamo “un cazzo una mente ed un cuore da mettere d’accordo!” ;-)
    @Na2GuL: la mia no e ti sta cercando ^_^

  12. Beh il mio parere lo sai bene, abbiamo discusso in lungo e in largo del mio punto di vista con citati esempi fotografici annessi.
    Il consiglio, per te, resta lo stesso di sempre…se non lo ricordi te lo ripeto più tardi :)
    In bocca al lupacchiotto eh

  13. Prendi ispirazione da Austin Powers :)

    e da brutto maschio bavoso… butta il tele ed usa il grandangolo :p (lo scrivo a quest’ora perche’ mia moglie dorme…)

  14. Attenzione attenzione.
    C’è il rischio di fare la figura opposta: il voler depersonalizzare la persona ritratta nuda (maschio o femmina che sia) e il voler insistere, soprattutto, sulla depersonalizzazione porta all’effetto posto.
    Cioè il voler a tutti i costi convincere l’interlocutore che il soggetto non ci fa nè caldo nè freddo. E alla fine sembra che stiamo cercando di convincere noi stessi.
    Fino all’estremo opposto di apparire ipocriti.
    Per questo preferisco distinguere fra nudi sinceri e nudi “menzogneri” :)
    Perché negare che un corpo nudo ci piaccia?!?! :)
    Diciamolo e fotografiamolo nella maniera più sincera possibile, senza nascondersi dietro all’arte o, peggio, a malizie :)
    In breve: relax! E’ solo un bel corpo :)

  15. @Roberta: ma io ma io…non sapevo non volevo ;-)
    @Giorgio: ho un tele di melma ed il mio sigmone 70-210 f 2.8 mi ha piantato sigh!

    Grazie a tutti per il consiglio!

  16. Penso che non ci sia da essere d’accordo con uno o con l’altra (concordo con entrambi) anche se la definizione di lei mi piace e la rubero’ piu’ avanti nel commento. Giusto sabato scorso mi e’ capitato di poter fotografare nudo per la prima volta: i miei timori sono stati gli stessi tuoi ma poi, mettendo l’occhio sul mirino, mi sono accorto di avere un “paesaggio con curve e dettagli”. Non sono riuscito a trovare qualcosa che mi piacesse come figura intera (ho qualcosa in mente per la prossima volta) ma i “pezzi” e i “particolari” iniziavo ad armonizzarli con l’idea di bello che ho. Il tele e’ un ottimo amico: te lo consiglio.

  17. Adolfooo……..ma come….prima mi chiedi i consigli…io te li do in tono confidenziale ed amorevole e tu…non solo li pubblichi senza dirmelo ma chiedi pure conferme ad altri colleghi sul mio consiglio!!!! Cose da pazzi!! Lo vedi, lo vedi sei proprio un MASCHIOOOOO!!!!!!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.