Differenza fra un obiettivo Fisheye e uno Grandandolare

Me lo hanno chiesto e ho pensato che può essere una informazione utile da dare.

In sostanza la cosa che distingue i grandangoli rettilineari dai fisheye, anche a pari angolo di campo, è la distorsione curvilinea di questi ultimi (fisheye = occhio di pesce).

Nei grandangoli rettilineari lo schema ottico tende a raddrizzare le linee e ottenere meno distorsione, date un’occhiata alle immagini di esempio in cui la prima immagine (in alto) è fatta con un fisheye e la seconda (in basso) è stata  “rettilinearizzata”.

da wikipedia:

Gli obiettivi con angolo di campo maggiore ovvero lunghezza focale minore del normale, sono detti grandangoli. L’angolo di campo passa da 60° a 80° per un grandangolare, per portarsi anche a 180° negli ultragrandangolari e fish-eye. Questi ultimi sono così chiamati perché a causa dell’angolo di campo estremamente esteso l’immagine risulta tonda, come se fosse catturata attraverso un occhio di pesce. Per il 24x36mm il più classico è il 24mm, ma sono comuni anche il 35mm e il 28mm. I grandangolari spinti producono un’immagine molto deformata dovuta alla proiezione equidistante dei fasci luminosi sulla pellicola, fino ad arrivare alla formazione di un’immagine circolare. Il loro angolo di campo raggiunge i 180° e i 220° nel Nikkor 6mm 2,8 (in foto sotto).

ed ancora:

In fotografia, un fish-eyefisheye (letteralmente: occhio di pesce) è un obiettivo fotografico o cinematografico grandangolare estremo (o ultragrandangolare) che abbraccia un angolo di campo non minore di 180° (esistono infatti fisheye che abbracciano angoli di campo superiori a 180°).

Con un clic scateni l’inconscio

L’istinto a scattare foto svela la nostra profonda natura psico-motoria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

di Vittorio Gallese da LaStampa.it

Forse mai come oggi l’umanità si è trovata a vivere in un mondo così pieno di immagini. Quando visitiamo un museo o un’esposizione artistica, molti di noi non resistono alla tentazione di impossessarsi le immagini che ci stanno di fronte, facendole proprie attraverso la duplicazione resa possibile dall’ormai inseparabile fotocamera-telefonino. La caleidoscopica messe di filmati, video, foto, cartelloni e manifesti in cui siamo immersi rende più che mai attuali gli interrogativi da cui partono Andrea Pinotti e Antonio Somaini nell’Introduzione all’interessante volume «Teorie dell’immagine» (Cortina 2009) da loro curato. Che cos’è un’immagine? Cosa facciamo quando usiamo le immagini? In quale misura le immagini «artistiche» differiscono dalle immagini tout-court?

Le scienze umane e le neuroscienze sono oggi impegnate a rispondere a questi quesiti, impegnandonsi in un dialogo che, anche se difficile, è in grado di fare nuova luce su questo aspetto così importante della natura umana. Il rapporto tra arte e scienza, quando applicato allo studio delle immagini, si può configurare come ricerca dei meccanismi che presiedono alla loro comprensione.

La scoperta dei neuroni specchio e dei meccanismi di rispecchiamento nel cervello umano e, più in generale, la scoperta del cruciale ruolo attivo svolto dal sistema motorio nella percezione delle immagini hanno inferto un duro colpo alle concezioni rappresentazionaliste – e totalitaristiche – della mente umana, tipiche del cognitivismo classico. Guardare un’immagine non si risolve esclusivamente nella registrazione delle sue proprietà sensoriali, successivamente tradotte in rappresentazioni in formato linguistico. Oggi sappiamo che la potenza espressiva delle immagini risiede anche – se non soprattutto – nella capacità che queste hanno di risvegliare implicitamente e direttamente un’eco, una risonanza nel corpo di chi le guarda. Continue reading “Con un clic scateni l’inconscio”

Strobist: un ritrattino con un flash ed ombrellino

Tanto perché sono in pausa pranzo ecco un piccolo appunto su come ho realizzato questo ritratto.

DSC_5565

Lo schema di luci adottato è questo:

lighting-diagram-1268745337

Non è il massimo per per una sessione fatta al volo direi che può andare, voi che ne dite?