Pillole di composizione fotografica

da Graficawebmodena.it

Comporre la fotografia

Disporre gli elementi

La fotocamera, a differenza dell’occhio umano, abituato a selezionare e ad organizzare gli elementi delle realtà che osserviamo, registra tutto quanto le sta davanti.
Per questo chi è alle prime armi scopre nelle fotografie tanti particolari che, al momento della ripresa, proprio non aveva visto.

Si tratta per lo più di particolari che danno fastidio: quel ramo che spunta dietro la testa del fidanzato, ritratto durante una gita; quei brutti fili elettrici che rovinano la bellezza dell’inquadratura. Per non parlare dei pali!

Se il centro d’interesse della foto è molto forte, tutti noi tendiamo a non vedere quanto gli sta attorno.
Non è affatto vero, come si afferma spesso, che il modo di vedere dell’occhio umano corrisponda ad un obiettivo da 50 o 35 mm. Nella visione non entrano in gioco solamente le leggi dell’ottica, per cui dato uno schema ottico si ha, senza possibilità di dubbio, una certa immagine.

Le informazioni trasmesse dal sensore di luce che è l’occhio, vengono corrette, integrate, interpretate dal cervello. Quindi possiamo avere immagini differenti, anche della medesima scena, “ripresa” dall’occhio, dal medesimo punto di vista.

Per esempio, davanti a un certo numero di persone sconosciute vediamo solamente una massa di gente; ma se sappiamo che tra esse si trova un nostro amico, lo individueremo quasi subito e, in pratica, dopo vedremo solamente lui.

In fotografia si possono, in parte imitare le caratteristiche della visione umana, ricorrendo ad alcuni artifici.

Questi possono essere:

  • La composizione dell’immagine secondo determinate regole dettate sia dalla natura, che dalla cultura e dall’esperienza personale;
  • L’uso di caratteristiche proprie della tecnica fotografica:
    • La messa a fuoco selettiva,
    • Il mosso
    • La profondità di campo, la prospettiva offerta dalle varie lunghezze focali
    • La tonalità tenuta nella stampa
    • La scelta dei colori

Dagli studi sulla percezione visiva sappiamo che il cervello tende ad organizzare, secondo disposizioni geometriche semplici, i vari punti del soggetto.
Nel nostro caso i vari elementi dell’inquadratura. Per lo più sono composizioni di elementi che rispettano il principio della massima tranquillità e della massima simmetria.

Sfruttando tali caratteristiche il fotografo può comporre l’immagine in maniera da facilitare la percezione di chi osserva la foto, affinché ne derivi una sensazione appagante di ordine e simmetria.

Tipi di composizione:

  • Composizione sulla diagonale:
    il rettangolo dell’inquadratura viene diviso teoricamente, in due triangoli da una diagonale. Un triangolo è di solito, più scuro dell’altro. In genere lungo la diagonale sono individuabili due punti di maggior interesse. La composizione sulla diagonale obbliga a un punto di ripresa leggermente angolato rispetto al soggetto. E’ uno dei modi di comporre più classico ed elegante. E’ un tipo di composizione spesso trascurata, perché molti di noi prediligono punti di ripresa frontali.
  • Composizione a triangolo:
    dalla composizione delle masse, e delle linee, non si fatica a percepire una composizione a triangolo,  che poggia saldamente sulla base. Composizione molto stabile, che ben si adatta ai soggetti statici, che vogliono ispirare una impressione di tranquillità.
    Classica composizione del ritratto, dove la testa rappresenta uno dei vertici del triangolo.
  • Composizione circolare:
    attorno a un punto di interesse vengono sistemati tutti gli altri elementi, come a formare una corona. Utilizzata spesso nella fotografia di paesaggio, quando una serie di quinte, in primo piano, attornia il soggetto principale.
  • Composizione a radianti:
    da un punto di maggior interesse si dipartono linee ideali, che conducono a una serie di particolari significativi, presenti nel resto dell’inquadratura.
  • Regola dei terzi:
    è la più conosciuta e la più usata, anche dai pittori. Immaginiamo di dividere l’inquadratura in una griglia con due linee verticali e due orizzontali. Abbiamo così il fotogramma diviso in nove quadratini. Il punto di maggior interesse lo abbiamo nei punti di intersezione delle linee.

Macro Fotografia: pillole di…

da Fotografia Digitale

Introduzione

Gli spazi che ci circondano sono ricchi di particolari che ad occhio nudo spesso passano inosservati; la macrofotografia si pone, a tal proposito, come strumento ideale per la ricerca di un punto di vista insolito ed inaspettato nel quotidiano.
Possiamo sintetizzare questa tecnica come l’arte di osservare la realtà da vicino

Definizioni
Prima di esporre i principi ottici alla base di questa ricerca del particolare, è opportuno fare una distinzione tra le varie terminologie di uso corrente:

Fotografia Close-Up, immagine che va da almeno 1:10 delle dimensioni effettive a circa 1:2 della grandezza naturale del soggetto;
Macrofotografia, l’immagine va da un rapporto di 1:1 fino a 10 volte la dimensione originale;
Microfotografia, tecnica che spinge il fattore di ingrandimento oltre il precedente 10x .

Principio fisico

Di solito gli obiettivi fotografici producono un’immagine ridotta della scena; tuttavia con un’estensione sufficientemente lunga fra l’obiettivo e il piano della pellicola (o il sensore) i soggetti vengono riprodotti a grandezza naturale e persino maggiore.

Possiamo sintetizzare tutta l’arte dell’ingrandimento come la ricerca di un’estensione maggiore.

Partendo da questa osservazione descriveremo ora tutte le apparecchiature classiche per la macrofotografia.

Attrezzature
In questo articolo verranno presi in considerazione i seguenti strumenti
Opzione Macro
Presente in molte fotocamere, è tipicamente contrassegnata con un fiorellino. La sua funzione è quella di permettere di ridurre la distanza oggetto anche fino a 1-2 cm (ma varia molto a seconda della macchina). Rappresenta quindi un’utile opportunità per iniziare i primi esperimenti nel “mondo piccolo” senza dover spendere ulteriori soldi.

Per chi non si accontentasse delle prestazioni raggiunte solo con questa impostazione, risultano d’obbligo le seguenti apparecchiature.

Lenti Addizionali
Rappresentano il primo approccio alla macrofotografia; il loro utilizzo è particolarmente semplice infatti è sufficiente montarle sugli obiettivi delle reflex per ottenere immediatamente un incremento del fattore moltiplicativo.
Per le macchine digitali compatte è spesso richiesto l’acquisto di opportuni anelli adattatori.

Il vantaggio di questo ausilio alla fotografia close up consiste nell’avere lenti che non assorbono luce e aumentano l’avvicinamento al soggetto.
Se quindi da un lato si ha una leggera riduzione della lunghezza focale, si ha d’altra parte una forte riduzione di quella che abbiamo chiamato distanza oggetto.


Esempio approssimato della diminuzione “distanza oggetto” grazie a ottiche aggiuntive

Tubi di estensione
A differenza delle lenti addizionali i tubi di estensione aumentano l’ingrandimento del soggetto andando ad incrementare la distanza obiettivo-pellicola (sensore).

E’ necessario precisare che, aumentando la lunghezza del tubo, si incide sulla quantità di luce in arrivo sulla pellicola; questo comporta una maggior difficoltà della messa a fuoco.

L’uso del treppiede è suggerito anche perché a tali ingrandimenti si ha una forte riduzione della profondità di campo.

Esempio approssimato dell’aumento di “estensione” grazie a tubi aggiuntivi
Obiettivo Macro
Sono Ottiche dedicate alla fotografia ravvicinata; hanno tipicamente rapporti di ingrandimento di 0,5x.>

Gli obiettivi macro possono essere utilizzati anche su tubi di estensione e soffietti.

Si segnala l’esistenza di obiettivi macro a zoom, ma questi non danno risultati soddisfacenti.

Inversione dell’ottica
Perché molti fotografi montano l’obiettivo in posizione invertita?
Per rispondere è necessario osservare come gli obiettivi ordinari (persino quelli macro) siano calcolati e corretti per distanze obiettivo-soggetto più lunghe di quelle obiettivo-film.

Quando si entra nel campo della fotografia ravvicinata la distanza obiettivo-soggetto diventa sempre più piccola e, d’altra parte, si tende ad aumentare l’estensione al fine di ottenere un ingrandimento desiderato.

Capito questo risulta facile comprendere come, girando i nostri obiettivi, noi si vada a ricostruire le condizioni ottimali per il sistema ottico ma, attenzione, nel campo del ravvicinato!
Con l’operazione di inversione abbiamo infatti invertito anche il funzionamento della lente e pertanto avrò la messa a fuoco non appena la distanza obiettivo-film diventa maggiore della lunghezza obiettivo-soggetto.

Ultima osservazione, con l’inversione dell’ottica si aumenta oltre la possibilità di avvicinarsi al soggetto, anche l’ingrandimento!
Abbiamo quindi un’ottima soluzione applicabile a macchine reflex e alle digitali compatte attraverso apposite ghiere.

Soffietto
La loro funzione è molto simile ai tubi d’estensione, tuttavia permettono grande versatilità grazie alle differenti regolazioni applicabili.
Il soffietto deve essere accoppiato a particolari obiettivi da macro oppure con l’inversione dell’ottica. L’uso a questo punto è molto semplice: fissato il rapporto d’ingrandimento allunghiamo l’estensione finché la nostra scena non appare nitida.
Macrofotografia con la digitale, alcuni consigli.

Regolazione della macchina
Come primo accorgimento che mi sento di suggerirvi: utilizzate sempre il manual focus.
Questo perché una volta bloccato il fuoco, è possibile fare delle piccole oscillazioni, in avanti ed in dietro, con la camera finché l’immagine sul monitor LCD non risulta perfetta. Per raggiungere una buona dimestichezza con questa tecnica sono necessari parecchi scatti, ma, appunto, anche questo è un vantaggio per chi possiede una digitale.
Un secondo consiglio riguarda l’apertura: questa dovrebbe essere piccola (F grande) per aumentare la profondit�
di campo e poter mettere a fuoco tutta la scena d’interesse.
Si ricorda a tal proposito che con l’aumento dell’ingrandimento inevitabilmente si incorre in una diminuzione della profondità di campo.
Flash ed Illuminazione
Punto di partenza è la luminosità della giornata:
ovviamente se il tempo è clemente e vi concede una buona luce, potrete scegliere delle alte velocità dell’otturatore e fissare meglio i piccoli soggetti in movimento.
L’utilizzo del flash è comunque sempre consigliato in particolare con l’accorgimento della diffusione. Alle piccole distanze l’uso del flash diretto porterebbe alla sovraesposizione del soggetto, quindi è un buon trucco quello di mascherare la propria lampada con una pezza.
Io personalmente ho fatto molte prove con dei fazzoletti bianchi di tela fino a trovare il numero giusto di strati che mi consentisse una buona illuminazione.
Un altro metodo più professionale prevede di far giungere la luce attraverso un riflettore bianco esterno alla scena.
Treppiedi
Il vantaggio di una digitale per la macrofotografia è rappresentato dall’ottimo supporto dato dal monitor LCD; questo permette di avere tempestivamente un’idea della composizione e del controllo della profondità di campo.

In commercio esistono anche treppiedi che permetto lo spostamento in orizzontale della camera attraverso incrementi molto piccoli; grazie a queste apparecchiature, è possibile fissare il fuoco e variare con molta precisione la distanza della camera dalla scena.

Per chi si affidasse alle proprie mani si ricorda che un buon appoggio per i gomiti e una presa salda sulla macchina possono scongiurare il mosso.

Come fotografare
I soggetti della macrofotografia sono molteplici… ma i più ricercati sono sicuramente gli insetti.
Penso tutti siano rimasti sbalorditi dal film “Microcosmos-Le peuple de l’herbe”… ebbene ora cercherò di darvi qualche consiglio per “catturare” qualche immagine da quel “piccolo mondo”.
La cosa più importante è muoversi lentamente, senza fretta, senza arrecare nessun disturbo al soggetto.
La seconda regola è avere MOLTA pazienza… aver paura di non riuscire a scattare la foto porta inevitabilmente a commettere qualche movimento brusco col risultato di far scappare l’insetto o di ottenere un brutto mosso.
Detto questo analizziamo l’approccio all’insetto:
una volta avvistato vi consiglio di regolare la vostra macchina in anticipo; questo perché spesso capita di aver a disposizione solo uno scatto. A questo punto avvicinatevi molto lentamente cercando di non far cadere la vostra ombra sulla scena.
Man mano che acquistate confidenza con la tecnica vi risulterà naturale scegliere non solo il soggetto ma anche l’ambientazione e la composizione stessa della fotografia.
Composizione della scena
Possiamo dire che le regole base sono quelle viste per la composizione in generale, ma non solo…
essendo la macrofotografia incentrata su profondità di campo molto piccole, è sempre un’ottima idea cercare di ritrarre i soggetti non frontalmente. Questa soluzione porta inesorabilmente ad un’appiattimento della fotografia!
Cercate quindi di conferire alla scena tridimensionalità con una opportuna scelta dell’inquadratura.

Con questo è tutto, buon viaggio nel “mondo piccolo”!

15 punti per valutare un obiettivo

Particolare-Sigma-70-210-APO-f2.8

Riporto fedelmente la traduzione dell’articolo apparso su  PhotoFocus ad opera di ClickBlog:

Spesso si sente parlare di un obiettivo per quanto sia nitido, ma per ogni obiettivo c’è anche molto altro.

1. Nitidezza
Uno dei punti più importanti e che influenza in maniera significativa il contrasto delle foto scattate. Bisogna sempre tenere presente che anche gli obiettivi più scarsi tendono ad essere nitidi al centro dell’inquadratura.

Bisogna fare molta più attenzione ai bordi dell’immagine dov’è più semplice notare la differenza di qualità fra due obiettivi.

2. Apertura
La massima apertura è molto importante se pensate di scattare con poca luce, ma è un ottimo parametro per intuire la qualità delle lenti all’interno. Se potete permettervelo comprate lenti con grandi aperture o zoom con apertura costante a tutte le lunghezze focali.

3. Distanza minima di messa a fuoco
Un elemento importante, ma che si può valutare solo singolarmente perché ogni fotografo ha richieste differenti. Spesso, ma non sempre, gli obiettivi migliori hanno una distanza minima di messa a fuoco minore.

4. Lenti
Le lenti sono molto importanti per le prestazioni. Gli elementi a bassa dispersione o asferici servono a ridurre le aberrazioni cromatiche, distorsioni e, quindi, mantenere il contrasto. Più elementi di questo tipo sono presenti e più alta potrebbe essere la qualità.

5. Obiettivi crop
Il mercato contiene molti obiettivi realizzati solamente per fotocamera a formato ridotto APS-C che non possono essere utilizzati per reflex full frame o analogiche.

6. Riflessi
I riflessi posso manifestarsi come forme geometriche ripetute o come zone con contrasto ridotto. Spesso non si notano nel mirino, ma possono rovinare le foto. Per limitare questo problema utilizzare il paraluce, mentre per testarne il comportamento provate a fotografare controluce.

7. Aberrazioni cromatiche
Si tratta di linee colorate attorno agli oggetti o aloni che contornano oggetti molto contrastati. Si nota più spesso a grandi aperture. Tutti gli obiettivi soffrono di aberrazioni, ma quelli più professionali in maniera minore da rendere le correzioni al fotoritocco opzionali.

8. Bokeh
Il bokeh è la qualità dello sfocato generato da un obiettivo nelle aree fuori fuoco. Meno è definito e miglior è il bokeh.

9. Perdita di luminosità
La luminosità dev’essere la stessa al centro ed ai bordi e per fare una prova basta scattare alla massima apertura una foto al cielo.

10. Peso
Un parametro semplice da misurare. Normalmente cercate gli obiettivi più leggeri che rispondono alle vostre caratteristiche.

11. Qualità costruttiva
Obiettivi con molta plastica sono molto meno resistenti rispetto ad altri completamente in metallo e tropicalizzati. In mano deve dare una sensazione di solidità.

12. Velocità di messa a fuoco
La velocità in alcuni casi può essere fondamentale, come quando si scatta a soggetti in movimento.

13. Stabilizzatore
Lo stabilizzatore può essere molto importante soprattutto all’aumentare della lunghezza focale. Alcuni funzionano anche con i treppiedi, altri no.

14. Ergonomia
Una caratteristica più personale. Le ghiere si girano facilmente? Sono messe alla giusta distanza? L’obiettivo si tiene bene in mano?

15. Prezzo
Alla fine il fattore più determinante nell’acquisto. Se un obiettivo costa troppo cercatene qualcuno nella fascia di prezzo per cui siete disposti a spendere. Valutate tutti i punti ricordando sempre di quanto state per pagare e se vi serve realmente oppure no.

Folder Date Organizer: organizzare automaticamente files e cartelle per data

Grazie alla segnalazione del caro Acor3, vi propondo un software che risulterà molto comodo a chi deve, come me, catalogare ed archiviare una marea di files, fra cui moltissime immagini e magari in formato RAW.

File/Folder Date Organizer è una applicazione rilasciata su DonationCoder che permette di dividere i files presenti in una directory a seconda del mese in cui sono stati creati.

folder-organizer

Facciamo un’esempio pratico. Ho una cartella

C:\temp_test

che contiene i seguenti files (le due righe in rosso):

03/03/2009  10:04 AM    <DIR>          .
03/03/2009  10:04 AM    <DIR>          ..
11/07/2008  12:13 PM            30,208 Che dio cha manni bona.xls
10/01/2008  07:46 AM               402 INSTALL.LOG
2 File(s)         30,610 bytes
2 Dir(s)  23,864,623,104 bytes free

Come potete vedere Folder Date Organizer sistemerà i due files in due directories separate basandosi sul mese della data creazione del file. Ed ha anche la possibilità se volete di fare la stessa cosa per giorno (opzione Create DAY subfolder).

L’utility legge anche i dati EXIF di 3 tipi di files: .jpeg, .cr2 (Canon Raw File) e .nef (Nikon Raw File). Questo può risultare molto comode ad esempio al ritorno da un viaggio in cui le nostre schede contengono centinaia di foto. Che fatica dividerle per giorno uff…

Via | InstantFundas.com

Download Diretto | Folder Date Organizer (380 KB)

Elaborare i file jpeg con Camera RAW

Fico, l’ho scoperto leggendo questo articolo su Total Photoshop.

In pratica si può elaborare anche le Jpeg con Camera RAW cosi da elaborarle “quasi” fossero dei RAW.

Gli gnocchi della mamma in tecnicolor

Pensate che bello poter variare una marea di parametri fra cui l’espozizione anche sulle jpeg…oh…ovviamente i miracoli non si possono fare e  non si possono nemmeno ottenere gli stessi aggiustamenti ottenibili con i files in formato RAW ma…è una figata!

Da Biancaneve sotto i nani a Cappuccetto rotto

Da "Biancaneve sotto i nani" a "Cappuccetto rotto" tutti i titoli dei film celebri rivisitati nei film porno

Biancaneve sotto i nani

007 ed il servizietti segreti

007 licenza di sedurre

007 missione Goldon-finger

00tette, la spia che mi chiavava

100 quintali di sesso scatenato

20.000 seghe sotto i mari

2002 Odissea nell’ospizio

2002 Odissea nello schizzo

2010 l’ano dello stecco

30 centimetri di penetrazione

4 bassotti per un danese

4 culi da salvare

4 matrimoni e un foro anale

7 ani in tibet

7 buchi per sette fratelli

7 pose per sette fratelli

70 e 80 voglia disco party

8 sotto un letto

8 sotto un retto

8 sotto una tetta

A caval donato lo si prende in bocca

A qualcuno piace caldo

A qualcuno piace lungo

A spasso in Daisy

A volte ritrombano

A volte rivengono

Acchiappa e ciuccia

Ace Ventura l’inchiappanimali

Addio alla verginità

Ai confini della realtà

Al contadin non far sapere che sua moglie fa veder le pere

Alice nel paese delle pornomeraviglie

All’interno e ritorno

Alla faccia della cul…tura

Alla randa non si comanda

Alle dame del castello piace fare solo quello

Alle hawai lo prendi e lo dai

Altracaz: l’isola della malizia

Altrimenti c’arrapiamo

Altrimenti ci seghiamo

Alì Babà e i 40 guardoni

Alì Babà e i 40 marpioni

Alì Babà e i 40 uccelloni

Anal dai capelli rossi

Anal easy

Anal gigolo

Analconda

Analcord

Analita’ tonante

Analita’Analità estrema

Analsonda

Anatomia di un arrapamento

Anche le ricche sono porche

Angeli col pistolino

Ani 90!

Ani di piombo

Ani ruggenti

Animal

BAntonio e Clitopatra

Apocalisse di sesso

Aporcalypse now

Arma fetale

Arma letale

Arma letame

Arma non convenzionale

Arma rettale

Arma segreta

Arsenio Scopen

Asses high

Attenti a quei due… culi

Attenzione schizzi

Attrazione fetale

Attrazione rettale

Attrazione sensuale

Aurora sborealis con enormi cazzi ad Harlem

Avanti c’è posto

Avanti è aperto

Avvocato porca

Baby maialina porcellosa

Banana Joe

Banana matura, banana che non dura

Banana meccanica

Battaglia tra le passere!

Beauticul

Belfigor

Bella troia

Belle e Segastien

Belle o brutte se le famo tutte

Bello spingi

Ben Dhur

Bia la figa colla magia

Biancaneve e i cazzi nani

Biancaneve e i porno nani

Biancaneve e i sette ani

Biancaneve e i sette cani

Biancaneve e i sette metri

Biancaneve e i sette negri

Biancaneve e le sette tane

Biancaneve e le tette nane

Biancaneve sopra i nani

Biancaneve sotto i nani

Blanco e stecco attenta a dove te li metto

Blues del cul brothers

Boca-ontas

Boccaonta

Bocchaontas

Bramose di fica

Bramosi di cazzo

Brood – la chiavata malefica

Buchi neri

Buon Natale e Buon Ano

Caga, dolce caga

Calimembro

Canna bianca

Cappuccetto mestruo

Cappuccetto rotto

Carne tremula

Casino Vianello

Cazzi driver

Cazzien 2

Scontro Finale

Cazzio di ferro

Cazzo e’ bello

Cazzoasventola

Cenesventola

Chi c’è c’è chi non c’è me lo chiavo

Chi dorme non piglia pesci

Chi fa da se fa per tre

Chi ha castrato Roger Rabbit

Chi ha trombato Roger Rabbit? (e sua moglie Jessica)

Chi l’ha duro la vince

Chi l’ha duro trafigge

Chi la dura la vince

Chi la dà, lo aspetti

Chi lascia la posizione vecchia per quella nuova, sa quel che lascia ma non quel che trova

Chi più ne ha più ne metta

Chi si accontenta gode

Chi troppo vuole nulla spinge

Chi trova un amico trova un foro

Chiamate taxi 6969

Chiavaci ancora Ben

Chiavate stellari

Chiavi in mano

Chiavi’s angels

Cicciolina e Moana ai mondiali

Cicciolina e i 40 negroni

Cielo duro

Cockbuster – l’acchiappa cazzi

Coito ergo sum

Col vento in poppe

Colpo dell’ano

Commissario Rett

Contact

Copuland

Copuletto rosso

Così se lo fan tutte

Culi calati

Culi in fiamme

Culi infranti

Culi nella tormenta

Culo di burro

Culo in calore

Culosodo

Di giorno, di notte … davanti, di dietro

Die hard – 69 minuti per venire

Dieci piccoli ani

Donna nana, tutta tana

Donna pelosa, donna virtuosa

Donna schiava zitta e chiava

Donne senza gonne

Dr. Jekill e Clister Hide

Dra…cula

Dracula cercava sangue di vergine:morì assetato

Due fave per un solo buco

Due orgie al funerale

Due uomini e un armadio

Duri a venire

E’ nata una porca

Edward penishands (Edward mani di cazzo)

Erezione a catena

Erezioni di piano

Es l’extrasessuale

FBI, operazione cazzo

Federica, la mano amica
Federico, il dito amico

Fermati o mamma sospira

Fermoposta erotico

Fiche d’artificio

Fiche nella pianura

Figa da Alcatraz

Figanic

Fino all’ultimo pompino

Finocchio

Forrest Spunk

Francesca la mano che ti rinfresca

Fregne pregne di cazzi duri

French piss

Fronte del porco

Furia stallone del West

Gallina vecchia fa buon sbrodolo

Gallina vecchia sbrodola bene

Gargarismi indecenti

Gay watch

Genitali in blue-jeans

Gianni e il magico Alvercaz

Gigi te lo trottola

Giochi di mano giochi di puttano

Giochi di mano, giochi di villano

Giochi senza dentiere

Giovani carini e affamati

Giovani culi sfondati

Giovani seghe

Giovedì gnocca

Gioventù anale

Giro giro trombo

Giù la minchia!

Giù le mani dal mio periscopio

Gli aristocazzi

Gli stivali delle sette seghe

Gli uccelli

Godocop

Gorilla voglioso per casalinghe annoiate

Guerre anali

Guerre spermali

Hanal-B

Hanna e le sue scappatelle

Happy gays

Hello sperm

Henry ti violento Sally

Herculos

Highglander

Ho perso la testa per un uccello

Howard si fa il mondo

I 4 del mucchio selvaggio

I buchi delle signore sono finiti

I buchi neri

I fratelli schizzo

I miei primi 40 cazzi

I no scop english

I penetratori della sorca perduta

I piselloni della tavola rotonda

I quattro dell’ammucchiata selvaggia

I ragazzi del culetto

I ragazzi senza pal…

I soliti colpetti

I toccabili

I tre giorni del condom

Il buco del culo racconta…

Il buon porno si vede dal mattino

Il buono, il brutto, il preservativo

Il cane e la poliziotta

Il cazzopardo

Il ciclo…ne

Il ciculone

Il clitone

Il club delle prime troie

Il commissario Tocca

Il conte eiacula e i vampiri

Il coraggio dell’analità

Il corto, il lungo e il cattivo

Il coso

Il culo dell’avvocatessa

Il culo della Rosa

Il culo sopra Berlino

Il dottor Stranaminchia

Il fascino discreto della fellatio

Il frullo della passera

Il fuck delle prime mogli

Il gambo di Notre Dame

Il gattoporco

Il giudice di dietro

Il glande freddo

Il glande sentiero

Il ladro di pompini

Il mago di Azz

Il marchese de Fave

Il maresciallo Gnocca

Il mio amico Rickyone

Il mistero della sfinge: prima caga e poi spinge

Il mostro

Il pene bello

Il penetrator

Il pennone di Navarrone

Il porco delle nebbie

Il porno della civetta

Il postino schizza sempre due volte

Il postino tromba sempre due volte

Il profumo del cazzo selvatico

Il profumo del maschio selvatico

Il profumo del mestruo selvatico

Il quinto eccitamento

Il quinto me viè sul mento

Il ra…cazzo della via Fuck

Il re begone

Il re leccone

Il re montone

Il re scopone

Il richiamo della foresta

Il risucchio

Il sapore della ciliegia

Il seno del comando

Il senso di Smilla per la fava

Il sesso di Smilla sulla neve

Il silenzio degli impotenti

Il tempo dei meloni

Il tempo delle pere

Il trapanatore

Il trenino dell’amore

Il tuo cazzo è mio e io sono sua

Il venditore di palloncini

Il ventre dell’architetto

Il viziato

Imene jones e l’ ultima chiavata

In & Out la fica

In figa per tre

In mezzo scorre il seme

Inchiappettamens Day

Incontinence day

Incontri anali per ragazze per bene

Incontri ravvicinati col suo tipo

Incontri ravvicinati del terzo dito

Incontri ravvicinati di ogni tipo

Inculator

Indiana Ions

Indianal Jones e l’ultima scopata

Indianal Jones e la topa maledetta

Indianal Jones: alla ricerca dell’arto perduto

Indipendence gay

Indovina chi viene a cena

Innamorato cazzo

Inseminator

Intervista col pompino

Intervista con il trans

Io mi bagno da sola

Io speriamo che me la chiavo

Io trombo da sola

Ispettrice Callaghan: il cazzo storpio è tuo

James Pomp "mai dire maiale"

James Pomp "una sborrata sul davanti

"Jeeg ce l’ho d’acciaio

Joystick

Judge de dredd

Jurassik Pork

L’ANAlista

L’aereo più cazzo del mondo

L’affitta uomini

L’alba dei morti venenti

L’albero delle zoccole

L’ano del dragone

L’arma che conquistò il West

L’arma del ricatto

L’arma della gloria

L’assedio di Porc a chiapp’

L’audace coito dei soliti ignoti

L’età dell’impotenza

L’età dell’indecenza

L’impero concupisce ancora

L’importanza di chiavarsi Ernesto

L’inculino del terzo piano

L’inculino tromba sempre due volte

L’ingoio

L’ingresso sul retro è sempre aperto

L’intelligente di tuo fratello e la fessa di tua sorella

L’invasione degli ultraporchi

L’obelisco di carne

L’uccello con le palle di metallo

L’uccello dalle palle di cristallo

L’uccello della felicità

L’ultima monta

L’uomo aragosta

L’uomo che scopava troppo

La bambola di carne

La bambola

La bella addormentata m’imbosco
La bella e il bestione

La bella inchiappettata nel bosco

La bella inculata nel bosco

La benzinaia dalle tette super

La bernarda dell’Ubalda tutta nera, tutta calda

La bestia preferita da mia moglie

La brutta, la calva, la grassa

La cappella dell’amore

La caricano in 101

La casa chiusa accanto al cimitero

La casa degli sfinteri

La casa dei pornozombi

La cavalcata con le valchirie

La cavalla di Troia

La chiavata

La chiavica dei 101

La cosa

La dolce fica

La famiglia Orgasm

La febbre del foro

La feccia nera

La fica carnivora

La fica è bella

La figa dei Baskerville

La gatta sul tetto che scopa

La grande abbuffata

La grande figa

La grande trombata

La lampo di Aladino

La leggenda del santo chiavatore

La leggenda di re Arcù

La locanda dell’allegra mutanda

La macellaia

La marchesa del grilletto

La mia africana

La moglie a casa, l’amante pure

La moglie del vicino e’ sempre piu’ bona

La moglie del vicino e’ sempre piu’ porca

La monaca di monta

La monaca va in bici senza sella

La monta dei 101

La piccola seghetta lombarda

La principessa sul pisello

La ragazza dalla kiMONA d’oro

La sbobba di Notre-Dame

La scarica dei 101

La scrollatina

La segretaria tuttofare

La signora del venerdì

La signora in cadillac col nero dietro

La signora in fallo

La siringhetta

La specialista

La suora strega,prima ti converte e poi ti una sega

La tanta

La tetta

La topa da un altro mondo

La vedova allegra

La vera storia di babbo l’anale

La verga operaia va in paradiso

Ladri di reggitette

Le 12 fiche di ercole

Le affinita’ erettive

Le avventure erotiche del Decamerone

Le avventure erotiche di Amleto

Le avventure erotiche di Marco Polo

Le avventure erotiche di Messalina

Le banane nere fanno sempre godere

Le calde notti di Nonna Papera

Le casalingue

Le magnifiche tette

Le mille voglie di Matilde Vicenzi

Le miniere di re Salamone

Le peccatrici di Santafigonia

Le principianti anali

Le reazioni pericolose

Le seghe di Eastwick

Le sette fatiche di Arculo

Le sette seghe di Ercole

Le studentesse analitiche

Le succhiatrici galattiche

Le vie della signora sono infinite

Le zoccole ungheresi adorano farsi inculare

Legami violenti

Lei suona il piano e lui la tromba

Lilly e il vagatrombo

Lo chiamavano Trivellà

Lo sborro dello jedi

Lo scolo

Lo sforzo di Arculo

Lo spatolatore folle

Lo spaventapassere

Lo spaventapassere

Lo specialista

Lo strano cazzo del dr. Jekill e mr. Hyde

Lo svasamento

Lu-pene terzo

Luana e il sofà delle porcone

Luci rosse della città

Lui, lei e l’altra

L
una pork

Lunga vita alla troiona

Lungo lungo, duro duro, tutto dentro

Lupo mannaro americano si fa Londra

Ma papà ti monta solo?

Maciste fa la corte al Gran Khan

Madame sbovary

Maiali ViceMaledetto il giorno che ti ho infilato

Maledetto il giorno che ti inculai

Mamma ho perso l’uccello

Mamma ho perso la verginità

Mamma ho preso l’uccello

Mamma, l’ho preso in aereo!

Manola la mano che ti consola

Martin, l’uter king

Mary Pompins

Meglio sudare che suprendere

Membro kid

Memorie di un chiavatore

Metrombolis

Metti lo diavolo tuo ne lo foro mio

Mettimelo Qui Quo Qua

Mezzasega Bill

Mi chiamo Mandingo e nel buio spingo

Mi dai una mano ?

Mi faccio la porca

Mia moglie è aperta a tutti

Miami Fiche

Mignon è arrivata

Mignon è venuta

Mignotton è partita

Minzione d’onore

Mio marito davanti, di dietro tutti quanti

Missili scuri, orgasmi sicuri

Moglie e spermatozoi dei paesi tuoi

Molto sudore per Ulla

MonaStero

Mondo pene

Morbosi capricci di Emy, Ely, Evy

Mrs Dallavia

Nella porca fattoria

Nella vecchia fattoria a chi a chi la do

Nerculo

New pork,new pork

Nirvanal

Noi nerchie dure

Non c’e` pace tra le cosce

Non c’é cosa più bella che scopasse la sorella

Non c’é cosa più divina che scoparsi la cugina

Non toccarmi non lo sento

Non venire non ti sento

Nonno fallace

Octopussy connection

Oral et laboral

Oral-BOrgasmo mortale

Orgasmo selvaggio

Orge a Venezia

Orizzonti di troia

Otto settimane in mezzo

Ovulosodo

PENElope

Palle d’oro

Palo di carne

Palp fiction

Palpazioni pericolose

Panoranal

Pappone e don Camillo

Passere d’ acciaio

Passere o non passere

Peccati di … culo

Pene d’amor perdute

Pene d’amore

Pene, amore e farmacia

Penerentola

Penetrazioni molto faticose dato il calibro della bestia

Penocchio

Pensavo fosse amore, invece era un paletto

Per Natale ti regalo lo stecco ducale

Per favore chiavatemi mia moglie

Per favore non mordermi sul cazzo
Per gli uomini che verranno

Pianeta tette

Piano, piano dolce mignotta

Piccole donne godono

Piccole porche crescono

Piccole tette crescono

Piccoli spermicidi tra amici

Piccolo Pippo cucciolo eroico Piccolo glande uomo

Pioggia porca

Pippa Cazzilunghi

Pippi tettelunghe

Piselli verdi fritti alla fermata del treno

Pissing in Action

Pochamontas

Pomi d’ottone e manici di scopa

Pomp Fiction

Pomp Sminchion

Pompa magna

Pompini golosi & orgasmi lussuriosi

Poppea

Porca Eva

Porchaontas

Porcheggio a ore

Porchidea selvaggia

Pork e Mindy

Porn to be alive

Porno Escondido

Porno di gruppo in un interno

Pornocartoon

Prepuzi in cappella

Prestazioni private

Presunto impotente

Prime voglie di ca…rezze

Profondo rosso

Profondo rotto

Provaci ancora Sam

Puerco Escondido

Puliscimi le tubature

Puttana dalla testa ai piedi

Puttana davanti…troia dietro

Qual è il prezzo di Gloria

Qualcosa di cui palpare

Qualcuno entrò per il buco del culo

Qualcuno volò sul nido del culo

Quant’è dura la tua verdura

Quanto è duro il tuo siluro

Quarto:godere

Quella sporca vagina

Qui Quo Qua e le giovani mignotte

Ragazzi fori

Ramba II: la troietta

Rambo II: l’amichetta

Reinseminator

Relazioni (sessuali) pericolose

Riporno al futuro

Ritorno al tuo culo

Robin Cul

Robinud

Roboscop

Rocco Tano in duro da morire

Rocco e le storie tese

Romina donna "aperta"

Sandokaz: le tigri della scopesia

Sapore di maschio

Sbatman e Trombin

Sbattimelo ovunque sbattilo lì

Sbora!Sbora!Sbora!

Sborescion

Sborra di fuoco

Sborro il vendicatore mascherato

Sborro rosso

Sbranate in culo

Scappatella con il morto

Scappo dalla citta` e vado a vivere con le vacche

Scappo dalla citta`: la fica, la mona e la baldracche

Scene di lotta di cazzi a Beverly Hills

Scommessa bollente

Scop-land

Scopocop

Se la merda avesse valore i poveri nascerebbero senza culo

Segaiolo hood

Segherentola

Seno pazzo di Iris Blond

Senza respiro

Sesso alchemico

Sesso, seghe e videotapes

Sex fiction

Sex files

Siluri neri per bianchi sederi

Simonetta la mano che ti smanetta

Sodoma e goduria

Sono profonda

Sono profondo

Sopra e sotto al Po tutti dentro a Niccolo`

Sorca rossa

Sorgente di sesso

Sospira

Sotto a chi tocca

Speriamo che sia lesbica

Sperma letale

Sperma party

Sperma per dessert

Sperminator

Spinger list

Spingigonzales

Sposa bagnata, sposo fortunato

Star holes

Starfigher

Storie di sfrenata sodomia

Storie di una topa nera

Suor Teresa , la monaca a sorpresa

Super cazzo

Superpippa

Sussurri e grida

Svasamento anale

T’ano da morire

Tacchi a squillo

Tanto tanto piacere

Tanto turgore per nulla

Tantranic

Tarzhard

Tengo duro

Tesoro mi si e` ristretta la passerina

Tettanic

Tette solenni parte 2

Tettemoto

The gay-after

The sexorcist

Ti scoperò fino ad ammazzarti

Tira più una tetta di una carretta

Topablanca

Tophauntas

Torna a casa Lecchio

Torna a casa Lesby

Toro scatenato

Totò ha calori

Tra moglie e marito non mettere il dito

Trainspetting

Transpotting

Transpuccetto rosso

Tre giorni del condom

Tre scapoli ed una vergine

Tre signore a coscia larga

Tre uomini e una gamba

Tre uomini e una minchia

Troihunter

Trombanic

Trombeo e Giulietta

Trombo II: la vendetta

Trombo di tuono

TrombstoneTucker, un uomo e il suo bisogno

Tutti dicono I fuck you

Tutti gli uomini del re

Tutti uomini per il re

Uccellacci e uccellini

Uccelli di Rovo Uccelli ne trovo

Uccelloni di rovo

Ultima pompa a Parigi

Un allupato mannaro americano a Londra

Un culo in inverno

Un giorno di ordinaria sodomia

Un pesce di nome Wanda

Un pesce per Wanda

Un pistone in culo

Un pomeriggio di un giorno del cazzo
/>
Un trans chiamato desiderio

Un uomo da marciapiede

Un uomo e tre gambe

Una culona per due

Una dieta del cazzo

Una donna chiamata cavalla

Una moglie perpene

Una porcona per due

Una pussy di nome Wanda

Una signora per pene

Unire l’utero al dilettevole

Uomini soli 2

Va dove ti porta il culo

Vacanze sulle Sodomiti

Valli incantate e gole profonde

Vaselina connection

Vesna va precoce

Vesna viene veloce

Via col ventre

Vibra col vento

Vibratori al vento

Vienimi dietro, godimi dentro

Volevo i piselloni

Voracità anale

Week-end con il morto

Willie, signori e vengo da lontano

X-fighes

Xxx-filesZinna Bianca

Ecco finalmente anche Ken il Guerriero!!!

Ken il guerriero diventa film: dopo Lupin III
al cinema la saga del manga famoso negli anni ’80


da “Il messaggero.it” che finalmente ci ha rimosso il blocco alla copia dei suoi articoli!!!!

ROMA (2 giugno) – Dopo il successo di Lupin III-Il castello di Cagliostro di Hayao Miyazaki, sbarcato sul grande schermo nell’estate 2007, arriva nelle sale anche la versione cinematografia di Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto.

Il lungometraggio, che ripercorre la trama della prima storica serie televisiva, diretto da Takahiro Imamura e dagli autori del manga, Tetsuo Haura e Buronson, nelle sale dal 4 luglio,