Photoshop: CutOut o se colore selettivo

Volevo dare un tocco di colore ad una foto che ho scattato ad Alessia ultimamente. Ha dei bellissimi occhi ed ho pensato che lasciando solo quelli a colori la foto sarebbe diventata ancora più…magnetica. Nel fare questo ho pensato che magari vi facesse piacere una guida facile facile per eseguire in Photoshop questa tecnica chiamata CutOut.

Ecco come ho fatto. Intanto eccovi la foto di partenza:

Alessia nell'immagine di partenza
Alessia nell'immagine di partenza

La prima cosa da fare è quella di selezionare, dalla barra degli strumenti il lazo magnetico. C’è da precisare che io ho utilizzato questo strumento perché nel mio caso l’immagine si prestava molto ma si possono usare molti altri strumenti di selezione in Photoshop, a voi la scelta che vi piace di più.

Selezionate il lazo magnetico nella barra degli strumenti
Selezionate il lazo magnetico nella barra degli strumenti

A questo punto dovete selezionare l’area dell’immagine che volete resti a colori, nel mio caso gli occhi.

Selezionare l'area dell'immagine che volete resti a colori
Selezionare l'area dell'immagine che volete resti a colori

Fatto questo (con abbondante colla vinilica) dovete salvare la selezione dal menu Selezione -> Salva Selezione e datele il nome che preferite, nel mio caso occhi

Salvate la selezione dandole un nome
Salvate la selezione dandole un nome
Nel mio caso l'ho chiamata, con molta fantasia, occhi
Nel mio caso l'ho chiamata, con molta fantasia, occhi

Vedrete apparire sulle “barre” a destra la selezione con il nome che avete scelto per essa.

Vedrete apparite a destra la selezione salvata
Vedrete apparite a destra la selezione salvata

Adesso trasformiamo l’immagine da colore a bianco e nero in una maniera a dire il vero oramai poco usata me, molto facile da fare e cioè:

Immagine -> Scala di Grigio
Immagine -> Colore RBG

Immagine -> Scala di Grigio
Immagine -> Scala di Grigio
Immagine -> Colore RBG
Immagine -> Colore RBG

Abbiamo quasi finito. Ora selezioniamo lo strumento “Pennello storia

Selezionate il Pennello storia
Selezionate il Pennello storia

A questo punto non dovrete far altro che colorare la selezione (passatecelo sopra).

Colorate la selezione
Colorate la selezione

Ed ecco il risultato finale:

Risultato finale
Risultato finale

Se pensate che vi sia stato utile lasciate un segno del vostro passaggio altrimenti fatelo lo stesso, grazie ^_^

Ho inserito un piccolo video che dovrebbe farvi capire quanto possa essere facile da realizzare il tutto.

[flv]https://www.adolfo.trinca.name/public/2009/02/cutout_converted.flv[/flv]

E se dovessi fotografare delle modelle dilettanti?

dsc_1752-bw-copia-2

Ecco alcune dritte che mi ha dato Sonia ed alle quali io già mi attenevo fatta eccezzione per la musica…in genere mettevo quella che paiceva a me e non come lei giustamente mi ha consigliato quella che magari paice alla modella.

Ma procediamo con ordine:

  1. Fare una compilation di musiche che paicciono alla modella, chiedegli di portarsi un cd l’ipod o che so io.
  2. Come al solito, specialmente se è la prima volta che lavorate insieme, i primi scatti saranno a ciufolo. Usateli per regolare tempi diaframmi e luci.
  3. Chiedete alla modella di farsi inspirare della musica, veloce lenta strappalacrime. Che cosa ti viene in mente di fare con questa musica? (consiglio a tutti la colonna sonora di 9 settimane e 1/2)

Finito. Avete anche voi dei suggerimenti da darmi?

Photoshop: aumentare la nitidezza delle immagini (base)

Due o tre suggerimenti su come aumentare in post produzione la nitidezza delle proprie immagini. Non vi aspettate dei miracoli ma dei buoni risultati.

Una foto fatta bene è sempre la soluzione migliore!

Comunque per dare una bella risistemata alla vostra foto, apritela e poi dal solito menu Filtro -> Contrasta -> Maschera di Contrasto…

nitidezza1

…vi si aprirà la schermata dalla quale sarà possibile agire sui parametri che aiutano alla sistemazione della immagine.

nitidezza2

Le voci sulla quali sarà possibile agire sono Fatttore, Raggio e Soglia. Vediamo più o meno che cosa significano.

Fattore: indica a Photoshop con quanta “forza” agire sui bordi degli oggetti.  I pixel chiari saranno scheriti ulteriormente ed i pixel scuri scuriti maggiormente. Nessuna formula magica, provate finchè non siete soddisfatti del risultato ottenuto facendo attenzione a non creare tropo rumore digitale (e si si rischia).

Raggio: Indica l’ampiezza dei pixel sui quali agire. Maggiore è il suo valore e maggiore sarà l’effetto prodotto. Leggendo qua è la mi sono fatto l’idea che i valori ideali siano fra 1 ed 1,5 ma anche qui…provate e vedete cosa sta meglio alla vostra immagine.

Soglia: questo parametro permette di controllare l’incremento di contrasto per tutti i pixel adiacenti ai bordi che abbiano una luminosità particolarmente distante l’uno dall’altro. Con il valore a zero il filtro verrà applicato ad un numero maggiore di pixel mentre aumentando il valore ai pixel con sempre maggiore differenza tonale. Giocare con questo parametro può risultare fondamentale per evitare di introdurre, ma anche qui dipende da foto a foto, di introdurre rumore.

Me lo sono guadagnato anche stavolta qualche commento? Ah, la prossima “puntata” sarà sempre su come aumentare la nitidezza ma utilizzando l’altra modalità fra virgolette avanzata che è quella “Contrasta migliore”.

Come superare il BLOCCO del fotografo

hairtry_2Oggi faccio il doppio copione, mi limito a rimbalzare l’articolo apparso su clickblog.it dal titolo:

10 consigli per superare il blocco del fotografo

Come per gli scrittori anche chi fotografa può incagliarsi in un blocco che impedisce di riuscire ad esprimere la propria creatività con le immagini.

1. La sfida dei 100 passi
Prendete la vostra fotocamera ed uscite a passeggio. Contate i passi che fate ed ogni 100 fermatevi e scattate una foto. Se proprio non vi piacerà niente di quanto scattato avrete una fatto una passeggiata.

2. Ricreate le foto che vi piacciono
Tutti abbiamo delle foto che ci colpiscono in maniera particolare, magari appuntate usando il servizio di Image Spark di cui abbiamo parlato qualche giorno fa. Prendetene una e provate a ricrearla; non sarà originale, ma imparerete qualcosa.

3. Imparate dai migliori
Cercate tra i lavori dei fotografi migliori e cercate di capire cosa rendono belle le loro foto. Provate ad applicare certi elementi al vostro modo di fare per creare un nuovo stile. Recentemente abbiamo pubblicato 50 flickr stream da sfogliare se vi serve l’ispirazione.

4. Autoritratti
Voi siete l’unico modello sempre disponibile e disposto a fare qualsiasi cosa. Provate qualcosa che non fate mai. Provate a scattare un ritratto che faccia capire che siete voi senza che vi si veda il volto.

5. Raffica
120 minuti. 120 foto. In maniera simile al primo punto scattate una foto al minuto, ovunque siate. Questo consiglio funziona bene con la street photography.

6. Giocate con il caso
Scegliete una parola a caso ogni giorno. Provate ad illustrare con una foto quel concetto. Potete cercare l’ispirazione usando Google Image Search.

7. Le foto più interessanti di Flickr
Esplorate le foto più interessanti degli ultimi 7 giorni su Flickr.

8. Provate qualcosa di nuovo
Ci sono molti generi di fotografia. Se normalmente fate ritratti provate a fare panorami, se fate macro, provate a fare street, ecc…

9. Non scattate
Se non vi sentite proprio la voglia di scattate, non fatelo e magari provate a ritoccare le foto già scattate in cerca di nuove ispirazioni.

10. Smettete di rimandare
Il problema di fare le cose è sempre il primo passo. Smettetela di rimandare, prendere la fotocamera ed uscite a scattare.

How Do You Strobist: condivisione schemi di luce su Flickr

Gironzolando su Flickr ho trovato un gruppo, How Do You Strobist (ahime in inlgese), dove i suoi menbri sono cosi gentile e magnanimi da voler considivere con noi gli schemi di luce utilizzati per realizzare le loro foto.

Quindi tu guardi uan foto in cui ti paice la luce ci clicchi sopra e vedi come il fotografo ha configurato lo schema.

Direi molto interessante!

Esempio, ecco il bel autoritratto di abarkules:

Ed ecco lo schema da lui usato:

Madonna a Medjugorje

Madonna a Medjugorje, inserito originariamente da adolfo.trinca.

Madonna a Medjugorje

da Wikipedia

Međugorje (ˈmɛdʑu.ɡɔːrjɛ), traslitterato anche Medjugorje, è un piccola frazione del comune di Čitluk, oggi facente parte del cantone della Erzegovina-Narenta, della Federazione di Bosnia-Erzegovina, in Bosnia-Erzegovina.

Il paese è la frazione principale di una parrocchia formata da cinque villaggi: Međugorje, Bijakovići, Vionica, Miletina e Šurmanci, con popolazione a maggioranza croata, ed è situato alla base di due colline, il Križevac e il Podbrdo (il nome Međugorje significa proprio “fra i monti”).

È conosciuta nel mondo perché, dal 24 giugno 1981, sei ragazzi (che allora avevano tra 10 e 16 anni, oggi sono tutti adulti, padri e madri di famiglia) affermano di ricevere apparizioni della Vergine Maria, che si presenterebbe con il titolo di Regina della Pace, “Kraljica Mira“. Per questo motivo Medjugorje è divenuta meta di numerosi pellegrinaggi.

Quello che posso dire io conta poco ma la sensazione di devozione che quella gente mostra è favoloso. La loro fede, giusta o sbagliata che sia a vostro parere è assoluta. Loro CREDONO…come noi crediamo che domani mattina ci alzeremo o che sorgerà sicuramente il sole!

Siamo partiti in 5, io, Adriano, Deborah, Daniela e Padre Dragan. Quest’ultimo nativo del loco. Abbiamo parlato con lui e con le altre persone non solo di apparizioni e di “religione” ma di guerra di regime e di fame !

Abbiamo pregato pellegrinato e magnato ^_^

Abbiamo conosciuto Vicka, una delle veggenti. Affascinante. Fede pura e carisma da vendere. Siamo stati in un orfanotrofio con più di 100 bambini “ospiti” e ci hanno spiegato cosa fanno e perchè. Molti hanno perso i genitori per la guerra altri ne hanno perso uno e l’altro non può tenerli e cosi via. A me frega poco se credete o meno nelle apparizioni della Madonna…non è quello il miracolo di Medjugorie. Secondo me il vero miracolo è quello che la Madonna o Super Pippo, se preferite, ha fatto nascere in quei luoghi. Abbiamo visto comunità di ex tossici dove ognuno di loro aveva assegnato un angelo custode per i primi periodi di permanenza (nulla di mistico sono solo persone che li accompagnano ovunque per i primi mesi).

Abbiamo cenato a casa della mamma di Padre Dragan e vissuto la loro vità per soli 4 miseri giorni ma non dimenticherò mai l’aria che si respirava.

Ho visto un tramonto dove la luna sorgeva mentre il sole calava. Sembravano volersi salutare. Arcobaleno, statue che perdono liquidi strani e altre che mi invogliano a fargli foto con la corone solare…che vi devo dire?!

A me me paice!

Nikon: richiedere un manuale nella propria lingua

sb900Ecco la procedura che ho utilizzato per ben due volte per richiedere il manuale in italiano di un’apparecchio Nikon del quale lo avevo solo in inglese.

La prima volta, l’anno scorso, era della D80 della quale lo avevo in inglese e la seconda quest’anno era per il mio nuovissimo flash SB-900.

In pratica si deve spedire in busta chiusa il manuale stesso ed una lettera di accompagnamento fatta come quella che riporto di seguito: Continue reading “Nikon: richiedere un manuale nella propria lingua”

Un reportage fotografico

Vagavo alla ricerca di spunti perchè domani parto per Medjugorie e vorrei provare a fare “seriamente” un reportage fotografico della cosa.

Vado sul mio bravo google e cerco…cosa esce fuori? Questo bell’articolo di Alberto Amoroso. Continue reading “Un reportage fotografico”